Varese, maestra sospesa per schiaffi e insulti

La maestra si appartava nella stanza a fianco lasciando soli i piccoli

Una maestra di un asilo nido di Cocquio Trevisago in provincia di Varese è stata sospesa dall’insegnamento per sei mesi con l’accusa di aver maltrattato i bambini di età compresa tra pochi mesi e due anni.

Schiaffeggiava i bimbi urlandogli contro

Dall’indagine dei carabinieri è emerso che la donna schiaffeggiava i bimbi alzando la voce o si appartava con il compagno facendolo entrare nell’istituto lasciando soli i piccoli in preda a crisi di pianto. Le telecamere installate dai carabinieri, su disposizione del pm di Varese, hanno filmato l’uomo mentre entrava nella struttura e si chiudeva in una stanza consumando rapporti sessuali con la donna.

“Sei proprio un terrone”

A far scattare le indagini sono stati i genitori di un bimbo che aveva avuto incubi notturni e mostrava difficoltà a relazionarsi con gli altri. Dentro la classe si respirava un’aria piena di terrore e paura tutto ripreso dalle telecamere. “Sei proprio un terrone“, “Guardati, fai schifo” e, ancora, “Piangi, piangi che così ti passa“: sono alcune delle frasi che la maestra ha rivolto ai piccoli a lei affidati dai genitori. La maestra, secondo quanto ricostruito dai carabinieri, avrebbe maltrattato i bambini a partire dal 2017, almeno in venti occasioni.