Vespe in casa? ecco quando diventano pericolose

Come difendersi dalle vespe in casa

Le vespe e le api che si insinuano nelle nostre abitazioni sono “temibili creature alate”, capaci di infliggere dolorose punture. La loro capacità di “pungere” in situazioni di pericolo percepito può portare a reazioni estremamente pericolose.

Le vespe in particolare sono considerate meno benevoli rispetto alle api, le quali svolgono un ruolo fondamentale nell’impollinazione dei fiori e delle piante da frutto. Difatti l’invasione da parte di vespe in casa può rappresentare un grave problema, arrivando a costituire una minaccia effettiva.

- Advertisement -

Pericolo Vespe in casa: possono trasformarsi in una minaccia letale

Cosa fare se si incontrano vespe in casa? Se sono solo di passaggio, il consiglio è di cercare di “spingerle” in modo naturale fuori dall’abitazione. Molte di queste creature sono piuttosto aggressive e, nei soggetti allergici, possono causare lo shock anafilattico potenzialmente pericoloso.

Il pericolo di uno shock anafilattico causato da una vespa

Gli individui allergici al veleno delle vespe sono particolarmente vulnerabili allo shock anafilattico. Questa reazione immediata e violenta può coinvolgere una serie di sintomi gravi, tra cui:

- Advertisement -
  1. Difficoltà respiratorie: il gonfiore delle vie aeree può ostacolare il normale flusso d’aria, causando respiro affannoso e senso di oppressione al petto.
  2. Edema generalizzato: il corpo può reagire con un’ampia distribuzione di gonfiore, che può coinvolgere il viso, le labbra, la lingua e le estremità.
  3. Ipotensione: la pressione sanguigna può crollare rapidamente, portando a vertigini, confusione e persino svenimenti.
  4. Prurito e orticaria estesi: la pelle può manifestare eruzioni cutanee estese, prurito intenso e formazione di vesciche.
  5. Nausea e vomito: alcuni soggetti possono sperimentare disturbi gastrointestinali, come nausea, vomito e crampi addominali.

Lo shock anafilattico è un’urgenza medica che richiede un intervento immediato. Se si sospetta di essere soggetti a una reazione allergica grave a causa di una puntura di vespa, è fondamentale chiamare immediatamente il numero di emergenza e richiedere assistenza medica.

Bisogna stare sempre attenti alle punture di insetti o di altri tipi di animali, ricordiamo Mr. Crocodile Hunter”, morto nel 2006 in seguito alla puntura di una pastinaca comune, una razza, mentre girava riprese subacquee per un documentario nella Grande barriera corallina, al largo di Port Douglas, nel nordest dell’Australia. L’australiano, morto a 44 anni, fu il protagonista di tanti documentari sui grandi rettili nella serie ‘Crocodile Hunter’. 

- Advertisement -

Come difendersi se siete allergici?

Le persone allergiche alle vespe dovrebbero portare con sé un kit di emergenza per allergie, che comprende un autoiniettore di epinefrina. Questo farmaco può essere autossomministrato per alleviare i sintomi acuti fino all’arrivo dell’assistenza medica.

Per ridurre il rischio di uno shock anafilattico da vespa, è consigliabile evitare il contatto diretto con questi insetti e prendere precauzioni aggiuntive all’aperto. Indossare abbigliamento protettivo, come pantaloni lunghi e camicie a maniche lunghe, e utilizzare repellenti per insetti può contribuire a prevenire le punture.

Perché le vespe sono più pericolose delle api?

Le vespe sono più pericolose perché possono pungere più volte, il loro pungiglione non si separa come in altri imenotteri.

Molte specie di vespe tendono a costruire i loro nidi in sottotetti, cantine e sotto i balconi, o in qualsiasi altro luogo riparato e tranquillo. Se il nido non è troppo grande, è possibile rimuoverlo manualmente., ma è fondamentale indossare una protezione adeguata per il corpo, specialmente sulle parti esposte come testa braccia e viso.

Come affrontare l’invasione delle vespe in casa?

  1. Caccia senza quartiere: Se si tratta di una visita occasionale di vespe, si può provare a farle uscire dalla casa in modo naturale. Ricordandosi che molte di queste creature sono notoriamente aggressive. A differenza delle api, le vespe possono pungere più volte, e ciò può causare gravi reazioni, soprattutto in individui allergici. L’uso di repellenti naturali, come oli essenziali di menta o agrumi, potrebbe aiutare a dissuaderle.
  2. Rimozione manuale del nido: Se il nido è di piccole dimensioni, è possibile tentare di rimuoverlo manualmente. Bisogna però indossare abbigliamento protettivo adeguato, come tute e guanti resistenti agli insetti. L’operazione di rimozione dovrebbe essere effettuata preferibilmente al crepuscolo o durante la notte, quando le vespe sono meno attive. È essenziale agire con cautela e evitare di disturbare le vespe durante il processo di rimozione.
  3. Chiamata alle truppe specializzate: Se il nido è di dimensioni maggiori o se si ha a che fare con una colonia aggressiva, è consigliabile richiedere l’intervento di professionisti esperti nella rimozione dei nidi di vespe. Questi specialisti dispongono delle competenze necessarie per affrontare l’aggressività di questi insetti in modo sicuro ed efficace. Inoltre, possono prendere misure preventive per evitare che le vespe si reinsedino nella zona.

È importante adottare misure preventive per rendere l’ambiente poco invitante per le vespe in casa. Sigillare le fessure e i buchi nelle pareti, utilizzare reti antivolatile sulle finestre e evitare di lasciare cibo o bevande esposti all’aperto può contribuire a ridurre l’attrattiva per questi insetti.

Affrontare l’invasione delle vespe in casa richiede determinazione e prontezza di azione. Seguendo i giusti metodi di eliminazione e prendendo precauzioni adeguate.

Al via Taobuk 2024

Si alza il sipario su Taobuk - Taormina International Book Festival, il festival internazionale ideato e diretto da Antonella Ferrara. Fino al 24 giugno, Taobuk porterà a Taormina...