Per non dimenticare le vittime italiane del terrorismo

Dal 2001 ad oggi oltre 90 le vittime italiane.

Dal 2001 ad oggi sono oltre 90 le vittime italiane del terrorismo islamico.

Una lista tragica, fuori dall’immaginario umano.
Un dolore sempre vivo nelle famiglie, che quotidianamente, devono fare i conti con l’assenza dei propri cari.

 

Loading...

Un padre, una madre che non tornano più a casa e molte volte anche figli, fratelli…
Il terrorismo non risparmia nessuno, nemmeno i bambini.

Episodi simili a quelli di Parigi, nel corso del tempo, sembrano verificarsi in maniera sempre più frequente.

Alcune vittime italiane vengono ricordate perché in missione di pace, ma molte altre sono state dimenticate, anche dalle istituzioni.

Sono molti i connazionali uccisi dalla furia jihadista. Molti civili sono stati rapiti e successivamente giustiziati, altri sono vittime di attentati.

ATTENTATO ALLE TORRI GEMELLE

1 settembre 2001

 Persero la vita  2 996 persone ed oltre 6 000 rimasero ferite, tra cui 13 italiani: Palmina Delli Gatti, Felicia Hamilton, Gerard F. Rauzi, Franco Lalama, Dominick A. Pezzullo, Seam Gordon O’ Neill, John Taolignani, Angelo Amaranto, Gino Luigi Calli, Lucia Crifasi,Elvira Granitto, Anthony Luparello e John Frank Rizzo.

 

Maria Grazia Cutuli

19 novembre 2001
 Era inviata del Corriere della Sera in Afghanistan venne assassinata insieme ad un suo collega, inviato speciale de El Mundo.

Annalena Tonelli

5 ottobre 2003,
missionaria in un centro per poveri in Somalia. Rimase vittima di un attentato nella casa accoglienza in cui operava.

Luciano Tadiotto  16 maggio 2003
muore in seguito all’irruzione di alcuni kamikaze all’interno del ristorante in cui si trovava. L’ operaio piemontese era giunto in Marocco per motivi lavorativi ed al suo rientro sperava di riuscire a stabilire un rapporto con la moglie.

12 novembre 2003 – NassiriyahIraq.
In seguito ad un esplosione, persero la vita: 12 carabinieri, 5 soldati dell’esercito italiano2 civili del nostro paese.

Fabrizio QuattrocchiAprile 2004
addetto alla sicurezza. Venne rapito a Baghdad insieme ad alcuni suoi colleghi liberati dopo 58 giorni di prigionia. Quattrocchi, purtroppo, venne ucciso.

Amato Antonio30 maggio 2004
Giovane napoletano , giunto da poche ore in Arabia Saudita per svolgere la professione di cuoco all’interno del residence, dove ha incontrato una morte violenta.

Ayad Anwan Wali 31 agosto 2004
imprenditore iracheno, ma cittadino italiano, si trovava a Naja in Iraq per affari.
Qui venne rapito e successivamente ucciso.
Iracheno di nascita, insieme al fratello, aveva trovato accoglienza nel nostro Paese, dove riuscì a realizzarsi professionalmente.

Jessica e Sabrina Rinaudo7 ottobre 2004
Persero la vita nell’attentato all’hotel Hilton, a Taba, Egitto.
I corpi delle due sorelle rimasero seppelliti nelle stanze dell’albergo ed i corpi vennero ricosciuti attraverso il test del DNA.
Le due ragazze erano in viaggio con alcuni amici.

Salvatore Santoro16 dicembre 2004
 Salvatore Santoro, volontario, venne ucciso a colpi di arma da fuoco in Iraq e successivamente le foto vennero pubblicate sul web dagli uomini di Al Qaeda.

IRAQAprile 2006
un attentato ha causato la morte di tre carabinieri e un paracadutista della brigata Folgore:
il capitano dell’esercito Nicola Ciardelli,
il maresciallo capo dei carabinieri Franco Lattanzio, 38 anni,
il maresciallo capo dei carabinieri Carlo de Trizio, 37 anni,
ed il maresciallo aiutante Enrico Frassinito, 41 anni.

KABUL
Settembre 2009
Persero la vita, in un attentato suicida, sei paracadutisti della Folgore:
il tenente Antonio Fortunato, 35 anni,
il caporal maggiore Matteo Mureddu, 26 anni,
il primo maggiore Davide Ricchiuto, 26 anni,
il sergente maggiore Roberto Valente, 37 anni,
il caporal maggiore Gian Domenico Pistonami, 26 anni,
il caporalmaggiore Massimiliano Randino, 32 anni.

Benedetta Ciaccia 7 luglio 2015
Rimase vittima di un attentanto suicida alla metropolitana di Londra.
Non portarono a nulla le lunghe ricerche effettuate dal padre, con la speranza di ritrovarla. Dopo giorni di angoscia, ebbe il duro compito di riconoscere il corpo della figlia.

SHARM EL SHEIK
25 luglio 2005
Stefano Conti
con sua moglie Daniela Maiorana, erano giunti a Sharm El Sheik per una luna di miele posticipata, in compagnia di suo fratello Giovanni e
la fidanzata Rita Privitera.
Rimasero vittime degli attentanti insieme alle sorelle Daniela e Paola Bastianauti.
Sei vite spezzate, famiglie distrutte per la perdita di più cari.

 

Angelo Frammartino18 agosto 2006Angelo Frammartino, volontario pacifista, assassinato dai terroristi islamici a Gerusalemme

 

 

Nadia Macerini13 febbraio 2010
Insegnate di yoga, viveva a Pune in India.
Fu una delle vittime dell’attentato al ristorante  German Bakery.
Anni prima, aveva deciso di lasciare l’America per paura del terrorismo.
La strage dell’11 settembre l’aveva portata in India, la sua “seconda casa“.

 

Pietro Antonio Colazzo26 febbraio 2010
Funzionario Aise, agenzia per le informazioni e la sicurezza esterna,venne ucciso a Kabul (Afghanistan) a colpi di arma da fuoco all’interno del Park Residence in cui alloggiava. Riuscì a mettere in salvo 4 persone.

 

Franco Lamolinara8 marzo 2012
Ingegnere edile, venne preso come ostaggio insieme al suo collega,
Cristopher Mc Manus. Entrambi vennero uccisi dai miliziani dell’Isis durante un blitz.

 

Silvano Trevisan

17 febbraio 2013
L’ingegnere venne preso come ostaggio in Nigeria e successivamente ucciso.

Giovanni Lo PortoGennaio 2015
Blogger ed operatore umanitario, rapito il 19 gennaio 2012 in Pakistan, venne ucciso in un raid americano contro i terroristi, insieme a un altro ostaggio,  Warren Weinstein.

 

 

TUNISI18 marzo 2015
Durante l’attacco terroristico al Museo del Bardo di Tunisi persero la vita quattro italiani: Antonella Sesino, 54 anni, dipendente comunale, Orazio Conte, informatico  di 54 anni, entrambi torinesi, Giuseppina Biella, 72 anni di Meda e Francesco Caldara, 64 anni pensionato di Novara.

 

Alessandro Abati13 maggio 2015
Cooperante, vittima dell’attentato alla Guest House Park Plaza di Kabul in Afghanistan. Morì insieme alla sua compagna, Aigerim Abdulayeva. Vivevano insieme in Kazakistan, i due si sarebbero sposati mesi dopo.

 

Cesare Tavella28 settembre 2015
Venne ucciso per strada mentre faceva jogging a Dacca, in Bangladesh, da un commando composto tre persone poi fuggiti in moto .
L’esecuzione è stata rivendicata poco dopo dagli uomini di Al Quaeda.

 

 

Valeria Solesin13 novembre 2015
Vincitrice di una borsa di studio alla Sorbona, rimase vittima dell’attentato al
Bataclan di Parigi. Viveva nella capitale francese, dove da poco tempo, aveva preso in affitto una casa, insieme al suo fidanzato.

 

 

Michele Santomenna15 gennaio 2016
Muore in un attentato in Burkina Faso, nel locale di proprietà del padre che venne  attaccato dai terroristi a soli 9 anni d’età.

 

Salvatore Failla e Fausto Piano 3 marzo 2016
Uccisi in una sparatoria a Sabrata in Libia.
A Sabrata erano colleghi di lavoro.

 

 

Patricia Rizzo23 marzo 2016
 Funzionaria europea è tra le vittime del terribile attentato di Bruxelles, dove i terroristi dello Stato islamico hanno attaccato la metropolitana e l’aeroporto.

 

BANGLADESH1 luglio 2016
Perdono la vita, in una sparatoria all’interno di un locale a DaccaNadia Benedetti, Cristian Rossi, Marco Tondat, Claudio Cappelli, Vincenzo D’Allestro, Simona Monti, Maria Riboli, Claudia D’Antona e Adele Puglisi.
Tutti e 9 lavoravano nel settore tessile.

 

NIZZA15 luglio 2016
Un camion ha travolto la folla sulla Promenade des Anglais durante le celebrazioni della Festa nazionale francese. Tra le 86 vittime, 6 sono italiane: Mario Casati, Carla Gaveglio, Maria Grazia Ascoli, Gianna Muset, Angelo D’Agostino e Nicolas Leslie.

 

Fabrizia Di Lorenzo
19 dicembre 2016
31enne, laureata in Relazioni Internazionali aveva trovato lavoro in un’azienda di trasporti.
Prima di rientrare in Italia, dai suoi cari, era andata ai mercatini di Natale, forse alla ricerca di qualche regalo da portare ai suoi cari.
Quando un camion impazzito si lanciò sulla folla.

BARCELLONA
18 agosto2017

Un van impazzito su La Ramblas, travolge ed uccide
Bruno Gugliotta, 35enne,in vacanza con la famiglia;
Luca Russo, 25enne, in vacanza con la fidanzata e
Carmen Lopardo nata in Italia, ma trasferitasi in Argentina all’età di 13 anni.

 

Potrebbero interessarti anche