WhatsApp Pay: Come si paga con l’applicazione

Mark Zuckerberg ha annunciato l'arrivo di un'importante novità per WhatsApp, gli utenti potranno effettuare acquisti direttamente dall'applicazione

Seguendo la scia di altre piattaforme anche Facebook, finalmente, ha deciso di aprire ai pagamenti in app e si prepara a lanciare WhatsApp Pay. Ma di cosa di tratta? Scopriamolo insieme in questo articolo.

WhatsApp Pay: La nuova funzionalità per pagare in app

Dopo la fase di Test sperimentata in India nel 2018, fonti autorevoli hanno annunciato che WhatsApp Pay verrà lanciata nel nostro Paese. Mentre, in America e in alcuni Paesi dell’Asia questa funzionalità non verrà attivata.

Si tratta di una novità assoluta, in quanto in Italia sono davvero milioni gli utenti che utilizzano l’App di messaggistica istantanea più famosa del mondo. I quali, grazie a questo innovativo servizio e utilizzando semplicemente il proprio account, potranno:

  • Scambiarsi somme di denaro con i propri contatti
  • Effettuare pagamenti nei negozi fisici e/o online, a patto però che questi aderiscano al circuito

Sostanzialmente, si tratta di un sistema di pagamento che si basa sulla tecnologia Unified Payment Interface Peer To Peer, dove le transazioni di denaro effettuate dall’account di WhatsApp sono legate al Conto Corrente Bancario.

Non possiamo negare che ci troviamo di fronte a una vera e propria evoluzione, perché con WhatsApp Pay si potrà inviare e ricevere denaro con la stessa facilità con cui si inoltrano i file.

In questo modo, l’App di messaggistica istantanea più conosciuta, avrà sicuramente tutte le carte in regola per espandersi ancora di più a livello globale.

Le dichiarazioni di Mark Zuckerberg

Attualmente, non si conosce ancora la data ufficiale in cui questa opzione arriverà, si sa solo che è in fase di lancio. Mark Zuckerberg ha fatto sapere che comunque bisognerà aspettare 6 mesi, dichiarando anche:

Nel mondo circa 2,9 miliardi di persone usano ogni mese Facebook, Instagram, WhatsApp o Messenger, e che 2,3 miliardi usano almeno uno di questi servizi ogni giorno. Accanto a questi numeri ci sono oltre 140 milioni di piccole imprese che usano i nostri servizi per crescere.

Poi, parlando della Privacy ha aggiunto che Facebook si impegnerà anche a:

Costruire audit e controlli sulla privacy che stabiliranno un nuovo standard per il nostro settore, andando oltre ciò che oggi è richiesto dalla Legge. Un progetto su cui sono al lavoro più di 1000 ingegneri.

Differenza tra WhatsApp Pay e WeChat

WhatsApp Pay potrebbe somigliare molto all’app cinese WeChat, l’applicazione proprietà della holding cinese Tencent. WeChat è nata come app per la messaggistica proprio come WhatsApp, e poi si é trasformata in una piattaforma per le imprese a 360 gradi.

Infatti con WeChat è possibile non solo lo scambio di denaro tra privati ​​in modalità peer to peer come su paypal, ma anche effettuare transazioni finanziarie tra aziende e utenti. Un esempio tangibile é che tramite l’applicazione i cinesi pagano le bollette, i biglietti del treno, possono fare acquisti online, pagare il ristorante e persino le multe. Whattsapp Pay diventerà la sua rivale? Lo vedremo tra qualche mese.