65esimo CSAIn: si festeggia con l’evento 100 Piazze

65esimo CSAIn: si festeggia con l'evento 100 Piazze

“Fare sport è una fatica senza fatica” affermava Gabriele D’Annunzio. L’interpretazione di questo aforisma sembra senza tempo. In effetti oggi lo sport non si riduce alla singola disciplina o attività. Col passare dei secoli lo sport è divenuto stile di vita poiché ha arricchito di un incondizionato benessere chiunque lo praticasse.

Oramai Lo sport è parte della cultura di ogni dove.

“Sono 30 anni che faccio sport e consiglio ai giovani di praticare l’attività sportiva che a loro piace” esordisce così Amedeo Di Tillo, presidente regionale CSAIn Calabria. Amedeo Di Tillo ci fa conoscere il progetto 100 piazze CSAIn inserito nel contesto della “settimana dello sport sociale” dove una vastità di attività sportive animano ogni spazio a disposizione di coloro che prenderanno parte a tale iniziativa. A colorare le varie attività ci hanno pensato i Gazebo che esibiscono annesse brochure. Il tutto evidenzia un indiscusso entusiasmo misto ad un efficace organizzazione alla base dell’evento

abbiamo organizzato 100 Piazze nella città di Cosenza il 26 ottobre, dopo l’adesione partecipativa delle persone alla giornata del 25 ottobre che ha interessato la città di Vibo Valentia” spiega Amedeo DI TILLO

“L’ evento è di tiratura nazionale. È su 100 piazze italiane e va a festeggiare i 65 anni di CSAIn per far conoscere l’Ente a 360 gradi come Ente di promozione sportiva, di promozione sociale e come fonte di aggregazione. E oggi grazie alla collaborazione del Presidente Provinciale di CSAIn Cosenza Franca Ferrami, del presidente provinciale di CSAIn Vibo Valentia Mirenda Francesco in unione al Comitato Regionale CSAIn abbiamo organizzato questo evento sulla piazza di Cosenza con l’aiuto dell’amministrazione comunale che ci ha dato la possibilità di svolgere l’evento a Piazza dei Bruzi”. È chiara la riuscita del lavoro di un team fatto di collaborazioni che decretano il successo dell’evento. L’attivismo delle varie discipline sportive si rivela importante numericamente “sono molte le associazioni della Calabria presenti come riportato nel documento ASD CSAIn , nonché il settore nazionale della Cinofilia dalla Puglia, dalla Campania e da Vibo Valentia, questo settore è capitanato da Giuseppe Maddalena, un calabrese di cui siamo orgogliosi giacchè lo si ritrova ai vertici dell’Ente” delinea con compiacimento Amedeo Di Tillo. Nella giornata 100 Piazze del 26 ottobre la piazza cosentina, Piazza Dei Bruzi, adibita all’evento 100 Piazze CSAIn è gremita di gente.

È il secondo successo in Calabria dopo l’evento estivo CSAIn dal nome NOTTE BIANCA  DELLO SPORT che ha ricevuto numerosi consensi.

Ma ci si sofferma con il presidente Di Tillo sull’argomento sport e sull’attività dello CSAIn Calabria “quando iniziai 4 anni fa feci una promessa che riguardava la promozione delle associazioni, del territorio e del turismo  sportivo poiché lo stesso sport ha un indotto turistico. Ma lo sport è anche sinonimo di pulizia.Togliere i ragazzi dalla strada. Combattere le devianze. Lavorare su progetti sociali ed in tal caso ci stiamo dando da fare. Il tutto è possibile grazie ai miei  collaboratori e alla mia squadra regionale e ai responsabili regionali che si muovono in tutta la Calabria e fanno conoscere i nostri settori. Ne abbiamo quasi 24 e a breve promuoveremo anche il Kung Fu.

Questo siamo noi: VALORIZZIAMO LO SPORT. Non andremo in competizione con le Federazioni

poiché CSAIn si occupa di promuovere i vari sport coinvolgendo le famiglie con il solo spirito aggregativo”. Prima di congedarsi, il presidente Di Tillo saluta i lettori di QuotidianPost così “ringrazio rispettivamente il presidente provinciale CSAIn di Cosenza Franca Ferrami e il presidente provinciale CSAIn di Vibo Valentia Francesco Mirenda che in collaborazione con il Comitato Regionale CSAIn hanno coadiuvato alla realizzazione di 100 piazze CSAIn in Calabria. Infine rivolgo un saluto a tutti i lettori di QuotidianPost e soprattutto alle famiglie dei giovani esortandoli a concentrare i propri figli sullo sport poiché è fondamentale per allontanarli dai disagi e dalle devianze. A breve promuoveremo una grande campagna sociale per l’uso corretto del cellulare in età adolescenziale“. Dopo questa intervista che ha mostrato una visione leggiadra e al contempo educativa dello sport, si ritiene appropriata la frase che contraddistingue CSAIn, ovvero Csain oltre una semplice tessera

Iweblab