Albo d’oro Champions League 2019, il Liverpool porta a casa la Coppa

Tra Reds e Spurs non c'è storia, Klopp si impone su Pochettino

Si è conclusa così l’edizione di Champions League 2019, con due inglesi a contendersi la Coppa in finale, proprio come successo in Europa League 2019. Tra Tottenham e Liverpool a spuntarla sono stati i Reds, sulla carta sicuramente superiori e con un periodo di forma, psicologico e fisico, maggiore. Jurgen Klopp ha quindi compiuto una vera e propria impresa e può così godersi l’affetto e la gioia dei tifosi, oltre che il prestigio di questo trofeo, il più ambito da tutti i club europei.

Tottenham-Liverpool: la finale si conclude 0-2

Il match tra queste due compagini si prevedeva ricco di occasioni e reti. Due squadre che, trascinate dai rispettivi coach, hanno compiuto vere e proprie rimonte per guadagnarsi un posto in finale. Tra le due però a poter alzare la Coppa al cielo è stata solo una.

La partita entra subito nel vivo quando, dopo pochissimi secondi, al primo affondo dei Reds l’arbitro assegna il penalty ai danni del Tottenham. Anche con l’ausilio del VAR, l’arbitro e i suoi assistenti hanno constatato che l’intenzionalità del fallo di mano ci fosse. Ed ecco così che dopo appena 2 minuti i Reds vanno in vantaggio con il gol di Mohamed Salah. Da lì sembra essere tutta in discesa e infatti i ragazzi di Klopp prendono in mano le redini della partita concedendo poche azioni pericolose agli avversari, probabilmente scoraggiati dallo svantaggio immediato. Il match rimane comunque in bilico sullo 0-1, solo con Divock Origi (autore di una doppietta nell’incredibile rimonta al Barcellona) il Liverpool sigla il doppio vantaggio e chiude i conti al minuto 87. Gara che termina dunque 0-2.

Invasione di campo durante la finale: breve ma efficace

A Madrid però, allo Stadio Wanda Metropolitano, si è assistito non solo a una finale di Champions League ma anche a un’invasione di campo. A interrompere la partita è stata una modella russa di 23 anni con indosso soltanto un completo hot. Si tratta di Kinsey Wolanski che è entrata sul rettangolo di gioco con un costume da bagno dove c’era il logo del sito a “luci rosse” del suo fidanzato, Vitaly Zdorovetskiy.

Sicuramente multata, la modella russa ha probabilmente guadagnato non soltanto notorietà e popolarità ma anche una bella sommetta in denaro per la “pubblicità” fatta al sito.

Albo d’oro Champions League 2019

Dopo 14 anni dall’ultima Champions vinta, il Liverpool torna a scrivere la storia di questa competizione aggiudicandosi il suo sesto trofeo. I Reds sono così in terza posizione nell’Albo d’oro della Champions League e la prima squadra inglese per trofei vinti. Liverpool ben posizionato anche nell’Albo d’oro di Europa League.

Ecco di seguito, la classifica completa dell’Albo d’oro.

Real Madrid; 13

Milan; 7

Liverpool; 6

Bayern Monaco; Barcellona; 5

Ajax; 4

Inter; Manchester United; 3

Juventus; Benfica; Nottingham Forest; Porto; 2

Celtic; Amburgo; Steaua Bucarest; Marsiglia; Borussia Dortmund; Chelsea; Feyenoord; Aston Villa; PSV; Stella Rossa; 1

Albo d’oro 2019 per nazione

Il trionfo del Liverpool porta così l’Inghilterra al secondo posto nell’Albo d’oro delle nazioni, superando proprio l’Italia ma ancora molto indietro rispetto agli spagnoli.

Spagna 18 (13 Real Madrid, 5 Barcellona)

Inghilterra 13 (6 Liverpool, 3 Manchester United, 2 Nottingham Forest, 1 Aston Villa, 1 Chelsea)

Italia 12 (7 Milan, 3 Inter, 2 Juventus)

Germania 7 (5 Bayern Monaco, 1 Borussia Dortmund, 1 Amburgo)

Paesi Bassi 6 (4 Ajax, 1 PSV, 1 Feyenoord)

Portogallo 4 (2 Benfica, 2 Porto)

Francia 1 (Marsiglia)

Serbia 1 (1 Stella Rossa)

Romania 1 (1 Steaua Bucarest)

Scozia 1 (1 Celtic)

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here