Asia Bibi, inizia l’ultima udienza

Un incubo che non finisce mai

L’avvocato di Asia Bibi, la donna cristiana condannata a morte per blasfemia nel 2010 e poi assolta lo scorso 31 ottobre, è arrivato in Pakistan dove domani è in programma l’udienza della Corte Suprema sulla petizione per la revisione dell’assoluzione.

E’ una corsa contro il tempo per evitare la condanna a morte e lasciare la giovane Asia a godersi una vita tranquilla, libera una volta per tutte da questo incubo. Si perché Asia Bibi vive come sospesa tra l’incudine e il martello, in una situazione che sembra paradossale. I più conservatori di certo non vogliono che una donna come Asia Bibi sia libera e stanno provando in tutti i modi ad ostacolarla.

Il caso di Asia Bibi

Asia Bibi era stata accusata di blasfemia, un’accusa falsa che mirava solo a screditarla, e da quel momento era iniziata per lei una vita di sofferenza. Costretta a rimanere per tanti anni in prigione, ridotta al silenzio, con i contatti con gli altri ridotti al lumicino, era stata dipinta come una donna cattiva e senza pietà.

Alla fine dopo una lunga battaglia era stata assolta il 31 ottobre, ma era arrivata subito la beffa: le era stato impedito di uscire dal carcere e per i più conservatori rischiava ancora la condanna a morte.

Una storia infinita

Sembra che quella di Asia Bibi sia come una storia infinita; le sofferenze e le umiliazioni subite in questi lunghi anni sono tutte lì, a ricordare che l’incubo non è ancora finito e si continua a lottare.

Asia Bibi siamo tutte noi donne in fondo, quando ci battiamo per gli ideali in cui crediamo e cerchiamo di fare sentire la nostra voce. Quando diciamo basta alle violenze e ai soprusi, quando scegliamo di fare un mestiere considerato da maschi, allora siamo come Asia Bibi.

Ora non resta che aspettare come finirà l’udienza.

Valeria Fraquelli
Sono una ragazza di trenta anni con Laurea triennale in Studi Internazionali e Laurea magistrale in Scienze del governo e dell'amministrazione; ho anche frequentato un Master e vari corsi post laurea. Conosco oltre all'italiano, inglese e francese e il tedesco a livello base. Le mie passioni sono leggere, scrivere di attualità, ambiente e animali e viaggiare per scoprire sempre posti nuovi. Oltre che per Quotidian Post scrivo anche per Prima Pagina on line, Notiziario Estero e Report Difesa. Ho anche un blog personale http://valeryworldblog.com
Potrebbero interessarti anche