Benno Neumair, la difesa: “Il nostro assistito è malato”

Secondo i consulenti nominati dalla difesa, Benno Neumair sarebbe stato 'incapace di intendere e di volere quando uccise i suoi genitori'.

I consulenti nominati dalla difesa di Benno Neumair hanno rilasciato delle conclusioni sullo status del giovane, reo confesso e accusato di avere ucciso i suoi genitori Peter Neumair e Laura Perselli. Queste le dichiarazioni riportate dagli esperti: “Benno ha un grave disturbo di personalità a causa del quale era incapace di intendere e di volere sia nel momento in cui uccise suo padre Peter sia quando strangolò sua madre Laura“.

Sempre a detta dei consulenti: “Anche attualmente è malato e socialmente pericoloso“. Peter Neumair e Laura Perselli furono uccisi il 4 gennaio 2021 a Bolzano. Benno è al processo per omicidio e occultamento di cadavere. Se in un primo momento il 31enne confessò il duplice omicidio, di recente ha ritrattato tutto affermando di non ricordare nulla. Come informa FanPage i consulenti nominati dalla difesa dell’ex insegnante di scuole medie sono lo psichiara e neuroscienziato Pietro Pietrini e gli psicologi Cristina Scarpazza e Giuseppe Sartori.

- Advertisement -

Benno Neumair soffrirebbe di un grave disturbo di personalità

I consulenti nominati dalla difesa hanno affermato che Benno Neumair soffrirebbe di un importante disturbo narcisistico di personalità. Un disturbo che accompagnerebbe il ragazzo sin da quando era bambino. Con il trascorrere degli anni questa sua patologia sarebbe peggiorata. A detta dei consulenti questo disturbo sarebbe incontrollabile da parte di Benno.

La discussione degenerata con Peter

Sempre secondo i consulenti il litigio tra Benno Neumair e suo padre Peter (la discussione di cui si parla, è d’uopo precisare, è stata riportata esclusivamente dall’imputato) avrebbe innescato un raptus nel 31enne che portò a uccidere il genitore. In seguito Benno avrebbe atteso che sua madre Laura Perselli tornasse a casa per poi aggredire e uccidere anche lei. Benno ha un’altra parente, la sorella Madè, una ragazza di 27 anni di professione medico.

- Advertisement -

A Benno mancherebbe parte della materia grigia

Secondo quando sostenuto dai consulenti, a Benno Neumair manca materia grigia nella zona destra dell’ippocampo. Gli esperti lo avrebbero notato vedendo le immagini del cervello dell’imputato. Come affermato da Cristina Scarpazza una simile lesione è stata osservata in altri pazienti “con il corrispondente disturbo della personalità”. La massa grigia andrebbe a degenerare a causa dell’assunzione di steroidi e anabolizzanti.