Blitz dei Casamonica; 23 arresti a Roma

Coinvolti anche esponenti delle famiglie Spada e Di Silvio

Nuovo blitz contro il clan dei Casamonica. I carabinieri del nucleo provinciale di Roma all’alba hanno arrestato 23 persone appartenenti alle famiglie Casamonica, Spada e Di Silvio. Gli arrestati sono accusati di estorsione, usura, intestazione fittizia di beni e spaccio di stupefacenti, con l’aggravante del metodo mafioso. Arresti e perquisizioni oltre a Roma, anche nella provincia e in altre regioni.

Operazione Gramigna

L’operazione denominata “Gramigna” partita la scorsa estate ha già interessato 37 appartenenti al clan Casamonica. L’ inchiesta dei militari dell’Arma arriva dopo gli arresti del luglio scorso che avevano già «decapitato» il clan. Precedentemente la stessa procura aveva arrestato oltre 50 persone appartenenti ai clan Spada e Di Silvio. Il blitz ha impiegato 150 carabinieri insieme alle unità cinofile, un elicottero dell’Arma e personale dell’8° Reggimento Lazio. Ai Casamonica sono stati sequestrati anche diversi beni.

 Fra gli arrestati anche 7 donne

Nell’operazione sono finite in manette 7 donne che, dopo l’arresto dei mariti, avevano preso potere all’interno dell’organizzazione criminale.  Anch’esse sono accusate, a vario titolo, di usura, intestazione fittizia di beni, spaccio di stupefacenti sempre aggravate dal metodo mafioso.

Il sindaco Raggi ringrazia

Il sindaco di Roma Virginia Raggi con un tweet ha commentato l’operazione dei carabinieri “Un’operazione «di ripristino della legalità» per la quale un «ringraziamento sentito va agli uomini del Comando provinciale dei carabinieri e ai magistrati della Procura di Roma per il loro lavoro importantissimo“.  Il vice premier Matteo Salvini ha commentato la vicenda “Grazie agli inquirenti, nessuna tregua ai criminali“, sottolineando che presto sarà ad Anzio per “restituire ai cittadini una villetta confiscata“.

Carlo Sibilia ha commentato la vicenda

Sul caso interviene anche il sottosegretario Carlo Sibilia: “Anche oggi buone notizie grazie al lavoro delle forze dell’ordine – afferma -. In queste ore è in corso l’esecuzione di ventitré misure cautelari contro gli esponenti dei clan dei Casamonica, Spada e Di Silvio. Un ulteriore passo avanti dello Stato nella lotta alla criminalità organizzata. Grazie al lavoro della Dda e di oltre 150 uomini delle forze dell’ordine, sono stati scardinati ulteriormente gli assetti di queste organizzazioni mafiose. Non smetterò mai di ripeterlo: il loro prezioso lavoro è un passaggio fondamentale verso la libertà dei cittadini e delle istituzioni“.

I dettagli dell’operazione saranno resi noti nel corso di un incontro con il procuratore aggiunto della Dda di Roma Michele Prestipino in procura alle 13.

 

Potrebbero interessarti anche