Brugherio: salvare i libri e sostenere la Caritas

Nel comune in provincia di Monza e Brianza l'iniziativa "Salvami dal macero" è stata ideata per vendere libri usati, salvandoli dalla raccolta differenziata, in cambio di un contributo a favore della Caritas e della San Vincenzo

Nel comune alle porte di Milano, in provincia di Monza e Brianza, sarà possibile fino a sabato 23 marzo acquistare libri a soli 2 euro.

L’iniziativa si svolge presso i locali della biblioteca Brugherio e ha due finalità: ‘salvare’, come suggerisce lo slogan stesso, i vecchi libri che probabilmente in molti casi verrebbero gettati via; raccogliere fondi a favore della Caritas e della San Vincenzo. Quest’ultima è un’organizzazione di laici cristiani cattolici che opera in sinergia con la Caritas nel territorio.

- Advertisement -

L’assortimento di testi è davvero vastissimo. Si spazia dai libri per la lettura dei più piccini, ai romanzi di vario genere, ai gialli, ai saggi.

Saranno i volontari delle due associazioni no profit, Caritas e San Vincenzo De Paoli, ad alternarsi fino al 23 marzo e a gestire il banchetto delle vendite.

- Advertisement -

Ad incrementare la quantità e varietà dei titoli in vendita, anche la generosità dei cittadini. In molti, infatti, si sono recati alla biblioteca di Brugherio per donare i loro libri.

Dai dati forniti dalla San Vincenzo è emerso che nel 2023 sono stati contattati da 150 famiglie con richieste di aiuto e supporto che, quindi, si sono aggiunte alle innumerevoli situazioni già seguite dalla San Vincenzo insieme alla Caritas. Il carovita ha messo in ginocchio anche nuclei familiari che, prima del Covid e delle due guerre attualmente in corso, riuscivano a vivere tranquillamente dei loro stipendi, come dichiarato dagli operatori volontari.

- Advertisement -

Ci sono persino famiglie costrette a condividere l’abitazione con estranei per poter arrivare a pagare il canone di affitto. Anche per Brugherio e limitrofi, infatti, si parla di circa 800 euro al mese e per molte persone questa somma equivale allo stipendio di un mese.