Carabiniere travolto e ucciso al posto di blocco, arrestato l’investitore

L'investitore un uomo di 34 anni dovrà rispondere di omicidio stradale, la vittima era un appuntato del nucleo radiomobile di Zogno

 L’Arma dei carabinieri di Bergamo piange un collega morto in servizio. Si tratta di Emanuele Anzini,41 anni un appuntato del Radiomobile di Zogno originario di Sulmona, padre di una bambina che vive nella cittadina abruzzese. Il carabiniere è morto nella notte tra domenica e lunedì a Terno d’Isola, intorno alle 3 travolto e ucciso da un’auto al posto di blocco. 

Travolto al posto di blocco

Il carabiniere stava effettuando dei controlli di routine come faceva sempre lungo via padre Albisetti, la strada provinciale che da Presezzo e Bonate Sopra porta a Sotto il Monte. Una serata come tante passata a pattugliare le strade della provincia: auto col lampeggiante, giubbotto catarifrangente, macchine da fermare, la richiesta di patente e libretto.

Quando all’improvviso un’auto gli è piombata addosso senza fermarsi all’Alt che lo ha trascinato per una cinquantina di metri, senza lasciargli scampo. L’impatto è stato violentissimo, il vetro dell’utilitaria è andato in frantumi. Inutili i soccorsi, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

Alla guida un 34enne ubriaco

L’uomo al volante M.C.un 34enne di Sotto al Monte è stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale. Dai primi accertamenti, è risultato che l’uomo aveva dei precedenti, gli era stata infatti sospesa la patente per guida in stato di ebbrezza e omissione di soccorso. Il colonnello Paolo Storoni lo ricorda cosi “Un’ottima persona e un ottimo elemento”.

Il suo tasso alcolico è risultato cinque volte superiore al limite consentito.

Potrebbero interessarti anche