Caravaggio: al Museo della Permanente

Una mostra multimediale su Caravaggio...

Caravaggio, ovvero Michelangelo Merisi, fu un grande artista che rivoluziono la pittura a cavallo tra la fine del Cinquecento e l’inizio del Seicento.

Il pittore, detto “maledetto”, era capace di rappresentare la purezza della Vergine, di Cristo e dei santi ritraendo uomini e donne di strada. Nei suoi quadri non mancava mai di raffigurare se stesso, magari in mezzo alla folla, o nelle vesti di un servitore, che cercava lo sguardo di Lui, il Cristo. Nella vita protagonista di fatti violenti, era morto alla fine di un’esistenza in fuga, per essere stato condannato, in attesa di ottenere la grazia che era arrivata…, ma in ritardo. Purtroppo molte delle sue grandi opere non possono essere trasportate, per essere rese visibili al grande pubblico, in occasione di mostre a lui dedicate.

La mostra.

Così è nata la mostra “Caravaggio oltre la tela”, presso il Museo della Permanente a Milano, che resterà aperta fino a domenica 10 febbraio 2019. La mostra infatti consente di ammirare attraverso una vera “full immersion” opere importanti come quelle della Cappella Contarelli a S.Luigi dei Francesi o della Cappella Cerasi a S.Maria del Popolo, oppure le opere del Louvre, come la famosa Morte della Vergine, che doveva essere posta sull’altare  di S.Maria della Scala a Roma, ma venne rifiutata dai committenti perchè ritenuta scandalosa, per continuare con l’affresco del Gabinetto Alchemico del casinò Ludovisi e la imponente tela con la Decollazione del Battista, che è conservata nella Concattedrale della Valletta a Malta, grazie a cui Caravaggio ottenne la Croce di Malta…

Tutto questo è stato realizzato grazie ad un nuovo progetto tecnologico , firmato “Mondo Mostre Skira”, che prevede l’utilizzo di “cuffie bineurali”, che riproducono molto fedelmente le percezioni acustiche nell’ambiente,  conservandone le caratteristiche tridimensionali.

A tal fine oltre cento opere di Caravaggio e di artisti a lui contrapposti sono state fotografate per la mostra e  rappresentate in un video che, grazie a videoproiettori, immerge i visitatori direttamente nella vita dell’artista. Così il tempo torna davvero indietro di cinque secoli…

Grazia Paganuzzi

 

Loading...
Avatar
Sono una giornalista pubblicista dal 1991 laureata in Pedagogia, specializzata in turismo culturale: antichi centri storici e borghi d'arte, residenze d'epoca, castelli, mostre d'arte, storia e musica... Ho viaggiato in Italia, Area Mediterranea, Europa e Centr'America. Ho un mio sito: "voyagedart.com".
Potrebbero interessarti anche