Casa internazionale delle donne con i racconti del lavoro invisibile

casa-internazionale-delle-donne

Dal 26 al 28 febbraio 2015 cercheremo di “cambiare faccia” alla Casa internazionale delle donne con I racconti del lavoro invisibile, serie di installazioni multimediali, proiezioni in video mapping sulla facciata del cortile, installazioni sonore e di realtà aumentata, che fanno dialogare i preziosi film dell’Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico (l lavoro che fu) con le analisi del femminismo contemporaneo (e precario). Ogni giorno, dalle 17.30 alle 23 vanno in scena “Lavoratoio” a cura di Antonio Venti e Carlo Antonicelli, con i/le partecipanti del laboratorio audiovisivo del progetto; “Pulito invisibile, ovvero “sono passata di qua”, Frammenti sonori” di Andrea Giuseppini; The wor-K-LD-DS experienced di Maria Chiara Calvani (sempre alle 21) e I racconti del lavoro invisibile Lab (dalle 20.30 alle 23).

casa-donne
È il tentativo di mostrare, in chiave multimediale, emozionale e pop, che il pensiero delle donne sul lavoro che cambia ha qualcosa da dire a tutti/e, e che la Casa internazionale delle donne non è solo lo spazio dei movimenti femministi romani, ma un luogo da scoprire e dove scambiare idee, uomini e donne.
Dove: Casa internazionale delle donne, via della Lungara 19/via San Francesco di Sales 1/a – Roma
Quando: dal 26 al 28 febbraio 2015, dalle ore 17.30 alle 23
Per maggiori info: www.iraccontidellavoroinvisibile.it

Loading...
Potrebbero interessarti anche