Caso Sara Scazzi: arrivano le condanne per undici imputati

Le ulteriori condanne al processo bis, legato alla morte di Sarah Scazzi

casoScazzi: foto Zio Michele

A dieci anni dall’omicidio della piccola Sara Scazzi, sono stati condannati anche Ivano Russo e alcuni membri della sua famiglia.

Le condanne ulteriori sul caso Scazzi

Si chiude così una delle pagine della cronaca nera più brutte d’Italia. Sono infatti stati condannati dal Tribunale di Taranto, al processo di Avetrana Bis, anche altri attori. Il processo riguarda in modo indiretto l’assassinio della povera Sara, la giovane 15enne uccisa il 26 agosto 2010 dalla cugina Sabrina Misseri e dalla zia Cosima Serrano. L’oggetto del processo sono state le bugie dette da alcuni protagonisti. In aula 12 imputati che dovevano rispondere a vario titolo di despistaggio e falsa testimonianza davanti la Corte di Assise. E inoltre false dichiarazioni davanti al pubblico ministero.

In particolare, le condanne a 5 anni per Ivano Russo, il ragazzo oggetto di contesa tra Sara (la vittima) e Sabrina Misseri (l’assassina) e 4 anni per Michele Misseri, quest’ultimo già in carcere per l’occulatamento del cadavere della nipote.

Perchè è stato condannato anche Ivano Russo?

In questo secondo processo, Ivano Russo è uno dei personaggi di maggior rilievo. Secondo il pubblico ministero Ivano mentì durante l’interrogatorio per coprire Sabrina Misseri. Ma non solo, nascose la gelosia ossessiva della ragazza, sminuendo il loro rapporto che a tutti gli effetti esisteva. Sembra inoltre, che Ivano abbia anche mentito sul suo rapporto con Sara, la quale probabilmente si stava innamorando del ragazzo. Lui però dichiarò di non saperne nulla, cercando di insabbiare i dissapori tra le cugine.

Tra gli altri condannati Alessio Pisello, uno degli amici della comitiva di Sara e Sabrina, per lui 3 anni di reclusione. Claudio Russo (fratello di Ivano) 2 anni e 6 mesi ed Elena Baldari (madre di Ivano) 2 anni e 4 mesi. Tutti dichiararono, mentendo, che quel pomeriggio Ivano era rimasto in casa.

Tutti gli altri condannati per il Caso Scazzi

Condannata anche a 3 anni e 6 mesi Dora Serrano. Le molestie che la donna diceva di aver subito da Michele Misseri, quando era piccola erano un’invenzione per incolpare l’uomo. Il tribunale ha inflitto una condanna a 3 anni e 6 mesi di reclusione a Giuseppe Serrano.Tre anni di reclusione per falsa testimonianza, a Maurizio Misseri (nipote di Michele), Anna Lucia Pichierri (moglie di Carmine Misseri), Anna Scredo, cognata del fioraio Giovanni Buccolieri. Quest’ultimo prima ha dichiarato di aver assistito al sequestro di Sarah da parte di Cosima e Sabrina, poi però in aula, avrebbe riportato tutto a un semplice sogno.

Ed infine 3 anni e 2 mesi per Giuseppe Augusto Olivieri. Resta solo l’amarezza per la giovane vita spezzata. Sabrina Misseri e la madre Cosima sono ancora in carcere per scontare l’ergastolo per l’assassinio della piccola Sara.

Chiaramente tutte le condanne potranno essere impugnate dinnanzi al Giudice di secondo grado.

Fonte: https://tg24.sky.it/cronaca/2020/01/21/sarah-scazzi-zio-michele-ivano-russo.html