Cesena: 1160 famiglie risultano inadempienti all’obbligo di vaccino

Molti bambini e adolescenti risultano essere inadempienti agli obblighi vaccinali previsti dalla legge.

Il numero di bambini non ancora vaccinati a Cesena è molto elevato.Si parla di ben 190 bambini, dell’età inferire a 6 anni, non in regola con le vaccinazioni. Tali inadempienze, da imputare ai genitori dei minori, sono preoccupanti non solo sotto l’aspetto della salute dei piccoli.

Questi infatti se non sono in regola con tutti i vaccini previsti non potranno accedere a nessun istituto scolastico. Nella medesima situazione si trovano attualmente ben 970 bambini di età superiore a 6 anni. A carico dei genitori dei bambini non vaccinati sono previste delle sanzioni per indurre all’adempimento dell’obbligo. Purtroppo la situazione generale sui vaccini è molto problematica a Cesena, si parla di 1160 famiglie inadempienti, questi sono i dati elaborati dall’Ausl Romagna. 

- Advertisement -

Gli effetti delle procedure di accertamento e di informazioni 

Dalle procedure di accertamento e di informazioni alle famiglie sembra che soli 201 bambini abbiano regolarizzato gli obblighi. Per tutte le famiglie che hanno regolarmente ricevuto tutti gli avvisi e inviti previsti e non hanno adempiuto all’obbligo vaccinale, sono state imposte delle sanzioni pecuniarie da 100 a 500 euro.  L’Ausl Sottolinea che come tutte le famiglie inadempienti siano state regolarmente chiamate per fissare dei colloqui finalizzati alla vaccinazione.

Inoltre, Per cercare di risolvere questa problematica, l’Asusl ha previsto delle giornate in “libero accesso” volte alla regolarizzazione dei vaccini per tutti minori. Questa iniziativa è stata proficua, dato che sono stati regolarizzati 120 persone tra cui 31 bambini con età inferiore a sei anni e 89 adolescenti con fascia di età superiore con obbligo scolastico. Inoltre sono stati avviati ben 81 cicli vaccinali. 

- Advertisement -

Nel Comune di Cesena sono ben 13 le famiglie che hanno presentato la richiesta per ottenere un appuntamento molto ad avviare il ciclo di vaccinazioni. Il Comune ha accolto tutte le richieste di iscrizione con conseguente sospensione dalla frequenza presso gli istituti scolastici fino al 31 ottobre del 2019, data in cui devono esibire il certificato e piano vaccinale completo.

Leggi anche: Omicidio Mario Cerciello Rega: Varriale, mostrammo il distintivo