Come viene percepita la sigaretta elettronica?

A distanza di dieci anni dalla sua comparsa vediamo che effetto ha avuto sui fumatori-consumatori

La sigaretta elettronica esiste da poco più di 10 anni ed è stata inventata con l’intento di sostituire, almeno in modo parziale, la classica sigaretta con tabacchi lavorati. Principalmente venne usata per diminuire la dipendenza dal fumo, ma in seguito è diventata un vero trend, soprattutto tra i giovani, spopolata soprattutto a causa della vastità di aromi che si possono trovare online sui siti appositi o nei negozi specializzati.

Come funziona la sigaretta elettronica?

In molti si chiedono quale meccanismo si nasconda dietro questo apparecchio, che molto spesso è di dimensioni ridotte e compatte. Di solito le sigarette elettroniche vengono alimentate con delle batterie a litio ricaricabili che producono vapore e modificando il voltaggio, è possibile regolare la svapata.

- Advertisement -

Nate con l’intento di somigliare alla classica sigaretta, col tempo hanno modificato anche il design e possono essere personalizzabili, anche grazie all’ampia offerta dei rivenditori fisici e online, come Svapostore.

La sigaretta elettronica utilizza una cartuccia, un liquido aromatizzato, che si riscalda e diventa vapore. I liquidi per le sigarette elettroniche contengono sostanze elementari come: glicerolo propilenico, glicerina vegetale, aroma e nicotina (facoltativa). Proprio per questo, alcune persone hanno iniziato a produrli autonomamente, con ottimi risultati.

- Advertisement -

Ma recentemente, l’Unione Europea ha imposto una tassazione per tutti coloro che vendono liquidi contenti nicotina e sono severe le pene per i negozianti che non rispettano la suddetta normativa.

Differenze tra sigaretta elettronica e sigaretta classica

Molte ricerche affermano che non solo la sigaretta elettronica non è cancerogena ma aiuta anche a smettere di fumare. Negli ultimi anni, sono state introdotte le tasse sui liquidi della sigaretta elettronica e sono sempre di più le persone che hanno iniziato a produrre liquidi in maniera del tutto autonoma.

- Advertisement -

Molti fumatori hanno smesso di fumare la sigaretta tradizionale, consapevoli dei danni effettivi che provoca, passando allo svapo, poiché la sigaretta elettronica contiene una bassa percentuale di nicotina e fa molto meno male, utilizzando un metodo di combustione diverso.

Opinioni sulla sigaretta elettronica

L’avvento della sigaretta elettronica – dispositivo che rilascia un aerosol di nicotina nei polmoni grazie al riscaldamento di un liquido piuttosto che alla combustione del tabacco – ha innescato un intenso dibattito sul loro effettivo valore per ridurre i danni causati dalla classica sigaretta.

Gli ottimisti sostengono che la sigaretta eroga nicotina non utilizzando la combustione del tabacco, mentre gli altri sottolineano che le sigarette elettroniche erogano un aerosol di particelle ultrafine e altre sostanze tossiche che comportano rischi sostanziali per la salute.

La crescita esponenziale dell’acquisto di sigarette elettroniche ha suscitato un rinnovato interesse per l’approccio di riduzione dei danni del tabacco, che mira a frenare rapidamente l’epidemia del fumo, incoraggiando i fumatori a passare a prodotti a basso rischio come le sigarette elettroniche.

Il ruolo potenziale che esse possono svolgere per ridurre i danni causati dal tabacco è ancora oggetto di un acceso dibattito. Sebbene gli effetti a lungo termine delle sigarette elettroniche sulla salute siano ancora sconosciuti, le prove e i consensi crescenti tra medici e ricercatori suggeriscono che i rischi a breve termine per la salute derivanti dal passaggio completo alle e-cigarette, sono sostanzialmente inferiori a quelli del fumo continuo per gli adulti che non sono in grado o non vogliono smettere di fumare.

Inoltre, uno studio pubblicato sulla rivista specialistica Annals of Internal Medicine, sponsorizzata da Cancer Research UK, dimostra che nell’organismo di una persona che usa la sigaretta elettronica, ci sono quantità minori di sostanze cancerogene, rispetto ad una persona che fa uso di sigarette classiche.

Percezione dei consumatori sulla sigaretta elettronica

I consumatori di sigaretta elettronica la considerano come un’ottima soluzione per smettere di fumare. Questa nuova modalità di fumare offre un’esperienza nuova ai fumatori con molti meno danni. Inoltre, l’e-cig è molto amata dei giovani, proprio per l’ampia scelta di personalizzazione del design e, soprattutto, per la vasta gamma di aromi e di kit dal facile utilizzo: se si desidera iniziare con delle prove, infatti, kit già pronti come il Minifit Max, possono essere una soluzione economica e completa per fare un test di svapo.

Percezione degli aromi

Dopo aver fumato per molto tempo la sigaretta a combustione, ci vorrà un po’ di tempo prima di poter recuperare il gusto e l’olfatto per poter assaporare gli aromi della sigaretta elettronica. Inoltre, la percezione dell’aroma è dovuta anche alla temperatura esterna, poiché a temperature basse la glicerina all’interno dei liquidi inizia ad addensare e ciò potrebbe comportare una modificazione dell’aroma, e quindi la sua percezione.

Controindicazioni delle sigarette elettroniche

Non ci sono ancora studi a lungo termine per quanto riguarda l’effetto sulla salute della sigaretta elettronica. Sicuramente, i livelli di nicotina sono inferiori a quelli della classica sigaretta, ma non bisogna dimenticare che la nicotina è una sostanza alcaloide che, se assunta in quantità elevate, può arrecare danni per l’uomo.

Inoltre, la sigaretta elettronica non è consigliata a chi non ha mai fumato e, ovviamente, è sconsigliata anche in caso di gravidanza e per chi ha patologie a carico dell’apparato respiratorio e cardiovascolare.

Lorita Russo
Lorita Russo
Social media specialist, Seo Specialist, specializzata in tecnologia, scienza e cucina. Sono un influencer e reviewer, amante della lettura umanistica e dei problemi sociali. Ho un sito di cucina Facili idee e il gruppo Facebook che conta ben 150 mila follower