Covid, test salivari sugli studenti su base volontaria

Test salivari sugli studenti per permettere una riapertura in sicurezza. Il piano del governo

Il governo sta lavorando su dei test salivari a campione per gli studenti, in modo da riprendere la scuola in sicurezza.

Per Fabio Ciciliano, membro del Cts, questo screening eviterà nuove chiusure, perché consentiranno di “intercettare precocemente eventuali incrementi dei positivi o l’insorgenza di focolai per consentire alla autorità sanitarie di ridurre al minimo la chiusura di classi ed istituti”. Così ha spiegato a Il Corriere della Sera.

- Advertisement -

Mentre il sottosegretario all’istruzione Rossano Sasso ha commentato: “Accogliamo con grande soddisfazione l’apertura fatta dall’Istituto superiore di sanità nei confronti dell’utilizzo dei tamponi salivari per monitorare il rischio contagio nelle scuole italiane. Avevamo lavorato per la loro validazione, arrivata faticosamente solo a maggio, e in seguito abbiamo chiesto a gran voce il loro utilizzo come prezioso strumento di supporto alla campagna vaccinale della comunità scolastica. Sapere di aver guardato nella giusta direzione ci conforta, ma rimaniamo vigili perché ci aspettiamo che i tamponi vengano utilizzati su larga scala e non solo nei cosiddetti istituti sentinella”,

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.