La crisi si sente ma non nel corredo scuola! Molti alunni preferiscono andare a scuola “in” piuttosto che “out”

scuola violetta

Una ricerca effettuata dal sito web Skuola.net dimostra che più di 3 mila alunni non amano spendere low cost per gli oggetti scolastici

Alcune scuole offrono al momento dell’iscrizione (o addirittura ogni anno) diari, quaderni o altri oggetti scolastici completamente low costIn realtà cosa cercano o cosa vorrebbero i bambini oggi? Desiderano risparmiare? Preferiscono essere alla moda e a passo con i tempi anche nel corredo scuola?

Dall’indagine è emerso che gli alunni ci tengono molto ad avere con sé un diario, un astuccio o uno zaino all’ultima moda, sono propensi a spendere la loro mini paghetta pur di acquistare un oggetto che sia compatibile con i loro gusti e le loro idee.

Loading...

Un bambino su 4 afferma che sarebbe disposto a spendere tutti i suoi risparmi per comprare il diario mentre 1 su 3 confessa dicendo che lo zaino rappresenta un acquisto molto rilevante per il percorso scolastico.

Analizzando il campione di 3 mila studenti, si può evincere che per i libri scolastici si vuole spendere il meno possibile, i ragazzi sono disposti a utilizzare libri usati pur di andare a scuola con oggetti fashion.

Skuola.net è andata a indagare più a fondo cosa pensano i fanciulli del diario, dell’astuccio e dello zaino stilando delle percentuali e annotando i giudizi degli alunni.

L’intervista ai ragazzi, sulla questione del diario, ci ha condotti a conoscere che ben il 40% dei ragazzi, dichiara che sia l’acquisto più importante di tutto l’anno scolastico. Il diario da sempre è rimasto un oggetto personale, intochable, denso di pensieri, foto, ricordi, dediche che rimarranno scritte e impresse in quel diario tanto desiderato e amato. Il diario è come se fosse un oggetto che ti appartiene interiormente perché ti accompagna per tutto l’anno in ogni momento della tua giornata proprio come l’astuccio.

L’astuccio anch’esso accompagna la quotidianità dell’alunno. E’ un oggetto irrinunciabile, è come se l’alunno volesse sventolare lo stile del suo diario super fashion e super trendy a tutti i compagni. Una vera rivoluzione dell’astuccio più originale! L’indagine dimostra che solo 1 su 10 lo definisce un acquisto inutile; 1 su 5 afferma di riciclarlo dal fratello maggiore rendendolo unico e particolare; il 70% lo considera una spesa importante per la scuola.

Lo zaino invece? È un oggetto molto sentito e amato dai ragazzi, ogni giorno viene impiegato a scuola, all’interno contiene tutto il materiale scolastico occorrente per affrontare il percorso. Il 35% dice che sarà l’investimento maggiore per il proprio look scolastico. C’è chi ama averlo griffato, chi preferisce uno zaino leggero e comodo.

La domanda che ci poniamo è: Quanto costerà agli studenti o ai genitori il corredo scolastico mantenendo lo stile e seguendo le tendenze?

Gli intervistati a tale questione hanno risposto affermando che spenderanno più di 200 euro.

Cari studenti/alunni cosa ne pensate di questi risultati? Vi ritrovate anche a voi nel circuito della moda, dello stile e delle tendenze negli oggetti scolastici?