Djokovic non si vaccina e salta l’Indian Wells

Gli Stati Uniti hanno esteso l'obbligo di vaccinazione per chi proviene dall'estero sino all'11 maggio.

La storia si ripete: dopo l’Us Open dell’anno scorso, Djokovic salta l’Indian Wells perché non vaccinato.

Djokovic: non ci sarà all’Indian Wells

Sarà un Indian Wells senza il numero uno del mondo. Novak Djokovic non potrà giocare il prestigioso torneo: perché non è vaccinato contro il Covid e non può dunque mettere piede negli Stati Uniti. È lo stesso ufficio stampa del torneo ad annunciare il forfait del campione serbo sui canali social. Il senatore Rick Scott ha scritto su Twitter che la Homeland Security ha respinto la richiesta di deroga al vaccino presentata dallo stesso tennista. C’è dunque l’ufficialità: il campione serbo non ci sarà. Gli Stati Uniti hanno allungato sino all’11 maggio l’obbligo di vaccinazione per chi arriva dall’estero e, a meno che non cambi idea sulla vaccinazione, Novak è destinato a guardare il torneo da casa.

- Advertisement -

La storia si ripete

Prima l’espulsione dall’Australia poco prima degli Open del 2022. Neanche la lunga battaglia legale aveva cambiato lo stato delle cose. Non gli ha portato comunque male, perché l’anno dopo ha vinto quello stesso torneo dal quale l’avevano escluso. Al momento Djokovic è il numero uno e la sua presenza era attesa da tutti gli appassionati. Gli avversari del campione serbo saranno contenti. Altrettanto non si può dire per gli aficionados del tennis, che si ritroveranno orfani del numero uno al mondo.