Droga in Val di Fassa: un giro di spaccio per i turisti

Secondo le prime ricostruzioni la droga era destinata ai frequentatori dei locali notturni

Oggi è filtrata la notizia di un’operazione dei carabinieri che ha avuto luogo in Val di Fassa per contrastare lo spaccio di stupefacenti. In vista dell’inizio della fase clou della stagione sciistica, i militari dell’arma di Cavalese hanno iniziato un’attività di perquisizione dei locali notturni fassani alla ricerca di stupefacenti.

Proprio nell’ambito dell’operazione, all’interno di un locale di Canazei, sono stati arrestati due giovani lavoratori stagionali, provenienti da fuori regione, che sono stati denunciati dai carabinieri per spaccio.

- Advertisement -

 I due sono stati trovati in possesso di cento grammi di hashish, dieci grammi di cocaina, dosi sfuse di altra sostanza narcotica, un bilancino elettronico e delle buste in plastica per il confezionamento delle dosi.

Secondo gli inquirenti questo è solo l’inizio di un’attività che potrebbe andare avanti per settimane. Secondo il Giornale Trentino la popolazione locale sarebbe seriamente preoccupata per l’arrivo degli stupefacenti in valle e si sarebbe rivolta alle forze dell’ordine per porre rimedio alla situazione. La Val di Fassa è una delle mete turistiche più gettonate del pianeta e ogni anno ospita decine di migliaia di turisti che arrivano in valle per visitare le Dolomiti, montagne considerate patrimonio mondiale dall’UNESCO.