Eyeliner: come sceglierlo e come applicarlo!

adele_eyeliner

Diciamo la verità tutte ma proprio tutte amano l’eyeliner ma tutte o quasi tutte ( quelle che io definisco comuni mortali) non hanno la più pallida idea di come usare questa magia che rimarrà un classico del make-up! Sarà cambiato lo stile, la forma e persino il colore, ma l’eyeliner rimarrà un prodotto al quale difficilmente una donna saprà rinunciare.

Più che un prodotto beauty, si tratta di un vero e proprio strumento di seduzione: vi regala uno sguardo intenso e penetrante. In grado di rimodellare la forma dei vostri occhi, rendendoli più grandi e più belli in un semplice gesto.

Loading...

Ecco, il problema risiede proprio in quel “semplice gesto”, ma ancora i quesiti da porsi sono:
Come sceglierlo?Come applicarlo?Come abbinarlo?A chi sta bene?

Se siete delle “principianti”, vi consiglio di iniziare con altre tipologie di eyeliner perché quello liquido ha un tratto abbastanza grosso e una consistenza scivolosa. Ma non demordete: è tutta una questione di pratica!

La tipologia più facile è sicuramente la matita eyeliner: non potete sbagliare! Si tratta di una normale matita, che però ha il tratto tipico dell’eyeliner. Il vantaggio è senz’altro il controllo, perché la consistenza è meno scivolosa di quello liquido. Inoltre è più facile da correggere in caso di errore. Lo svantaggio, però, consiste proprio in questo: il tratto non è mai netto come quello dell’eyeliner liquido. Il mio consiglio è di temperare molto bene la matita, per ottenere un tratto sottile e indirizzarlo più facilmente. Sceglietela waterproof per evitare sbavature e per aumentare la tenuta. Se la punta della matita non crea la linea desiderata, provate a riscaldarla con un asciugacapelli: dovrebbe scivolare molto meglio. Attenzione solo a non scioglierla!

L’EYELINER A PENNA

Una via di mezzo è rappresentata dall’eyeliner a penna, solitamente con il pennellino di feltro. Forse è quello che vi garantisce maggior controllo a parità di risultati.

OMBRETTO EYELINER

In alternativa, potete anche usare un ombretto come eyeliner. Vi basterà intingere un pennellino in un ombretto cremoso e passarlo lungo la linea delle ciglia. L’effetto sarà meno marcato, magari per un look più fresco da giorno. Punto debole: la tenuta è molto minore rispetto agli eyeliner tradizionali.

L’EYELINER IN CREMA

L’eyeliner più professionale è quello in crema (o in gel), che troviamo nel cosiddetto pot, ovvero il piccolo vasetto di vetro. E’ quello che usano i make-up artist, ma ormai sta diventando sempre più comune anche tra i non “professionisti”. La consistenza in crema ne fa un prodotto molto versatile: lo si può usare abbinato all’ l’ombretto ed è l’ideale per creare uno smokey eyes di grande effetto.

La cremosità però è un’arma a doppio taglio … Il punto debole, infatti, risiede proprio nel fatto che richiede un po’ di tempo per seccarsi: se non è abbastanza asciutto, rischiate il terribile effetto “timbrino” sulla palpebra. Quello in crema potete stenderlo a secco o con acqua. A secco, prelevato direttamente dal vasetto, vi dà un effetto più opaco e concentrato. Con il pennellino umido, invece, ottenete un effetto più fluido e leggero. In ogni caso, per stenderlo avrete bisogno di un pennello: solitamente lo trovate già nella confezione insieme al vasetto, altre voltedovrete acquistarlo a parte. Questo vi consente di scegliere il pennello più adatto alle vostre esigenze e alla vostra manualità.

I PENNELLI

Potete trovare quello classico per eyeliner, con setole molto sottili, più o meno morbide a seconda del tratto che volete tracciare. Poi esiste il pennello dal taglio diagonale, il cosiddetto angled brush, facile da stendere e comunque preciso, grazie al lato appuntito. Di norma, il pennellino sottile è più gestibile rispetto a quello grosso: un tratto sottile infatti, è più facile da dosare ed eventualmente da correggere. Se vi spaventa quello ultrasottile, provate con un pennellino per le labbra: piccolo, piatto e leggermente più rigido. Sarà molto più facile!

Qualunque pennello deciderete di usare, ricordate di pulirlo dopo ogni applicazione con del normale struccante occhi o con uno dei prodotti specifici per detergere e disinfettare i vostri strumenti di bellezza. Non è solo una questione igienica, ma anche strettamente pratica: con l’eyeliner in crema ad esempio, vi accorgerete che il pennellino sporco si secca e irrigidisce, tanto da essere inutilizzabile per una seconda applicazione, anche a distanza di poche ore.

COME APPLICARLO

La regola numero uno è questa: occhio grande, linea grossa; occhio piccolo, linea sottile. Se avete occhi da cerbiatta, una linea decisa non farà altro che valorizzarli. Ma se i vostri occhi sono piccoli, spariranno sotto il peso di un tratto grosso: meglio quindi giocare con le proporzioni e delinearli con una linea più sottile.

L’eyeliner richiede una mano molto ferma: per questo vi suggerisco di tracciare piccoli tratti lungo l’attaccatura delle ciglia e non un’unica riga. Partite da metà occhio e scendete verso l’esterno, restando attaccate al tratto delle ciglia. Poi tracciate la parte rimanente, quella corrispondente all’interno dell’occhio, e la collegate al tratto sulla metà dell’occhio. Un altro metodo è quello di cominciare dalla codina esterna, in modo da decidere subito dove posizionarla e che forma darle. Poi si procede dall’esterno dell’occhio verso l’interno. Alcune applicano del nastro adesivo in diagonale, che collega l’angolo esterno dell’occhio e la fine del sopracciglio: si ottiene così una guida per realizzare una coda estremamente definita. Se siete alla prime armi, potete fare un prima tratto con una matita, per poi ricalcare con il pennellino da eyeliner.

 ATTENZIONE ALLE SOPRACCIGLIA!

Usate sempre uno specchio con lente di ingrandimento, in modo da essere il più precise possibile. Ricordate che per un effetto impeccabile è necessario che anche le sopracciglia siano in ordine. Il fatto che l’eyeliner sia una linea netta e precisa, metterà in evidenza eventuali sopracciglia a cespuglio o irregolari.

 

SE AVETE LA PELLE SECCA

Se la vostra pelle è particolarmente secca, l’eyeliner potrebbe sbavare. Come rimedio potete usare una leggerissima crema idratante sul contorno occhi, che poi tamponerete con una velina prima di applicare l’eyeliner. La pelle sarà abbastanza idratata da lasciar scivolare il prodotto con la linea desiderata. L’alternativa sempre valida resta comunque un buon primer per occhi.

 

LO STILE

Il più semplice è quello che tratteggia la linea ciliare superiore, da angolo ad angolo.
Non rimodella la forma dell’occhio, ma sicuramente intensifica lo sguardo e può essere un ottimo trucco per mimetizzare l’attaccatura delle ciglia finte.

 

PER OCCHI PICCOLI

Se i vostri occhi finiscono all’ingiù, potete alzare il tratto leggermente nella parte finale dell’occhio. Può essere un’ottima base per poi creare delle sfumature con l’ombretto oppure possiamo lasciarlo semplice per un trucco da giorno quasi acqua e sapone.

 

A VIRGOLA

La forma più diffusa èquella a virgola, con la classica codina alla fine dell’occhio. Per stabilire la giusta inclinazione della codina, seguite una linea che si estende idealmente dalla palpebra inferiore fino all’attaccatura esterna del sopracciglio.

 

ALLA BRIGITTE BARDOT

Un altro classico dell’eyeliner è una linea dritta, che non segue la naturale curva dell’occhio, ma si estende dall’angolo interno fino alla punta della codina esterna. Questo stile ricorda quello di Brigitte Bardot: in pratica se chiudete gli occhi, avrete un tratto netto e diagonale.

 

NELLA PARTE ESTERNA DELL’OCCHIO

Se avete occhi vicini, lasciate che la linea tratteggi solo da metà occhio in poi verso l’esterno. Lasciate quindi pulita la parte interna dell’occhio, magari illuminandola con un ombretto chiaro. Per il resto potete allungarvi verso l’esterno, anche oltre la linea ciliare.

 

NELLA PARTE INTERNA DELL’OCCHIO

Se viceversa i vostri occhi sono piuttosto distanti, la linea di eyeliner dovrà partire dall’angolo interno dell’occhio e non allungarsi oltre l’angolo esterno. Anche la codina, se vorrete tracciarla, resterà nell’area della palpebra per non accentuare la distanza tra gli occhi.

 

OCCHI SOTTILI

Per allargare e allungare occhi sottili, la linea più efficace avrà una coda accentuata sulla parte superiore centrale dell’occhio; e allo stesso tempo andrà a tracciare metà del bordo ciliare inferiore. Linea superiore ed inferiore possono incontrarsi e formare una codina oppure restare aperte e parallele.

 

 OCCHI TONDI

Se invece avete occhi particolarmente tondi, potete allungarli con un tratto che solca solo metà palpebra e si allunga quasi orizzontale verso l’esterno.

 

OCCHI A MANDORLA

Se i vostri occhi sono a mandorla, il miglior modo per valorizzarli è lo stile arabo: la cosiddetta linea alla Cleopatra, quella sia sotto che sopra, che continua verso l’esterno. Certo, non è un look da tutti i giorni, ma per una serata speciale perché no?

 

LA SCELTA DEL COLORE

L’eyeliner classico è sicuramente quello nero lucido. Dona agli occhi scuri, ma per contrasto riesce a valorizzare anche quelli chiari. Anche solo per infoltire le ciglia, è sicuramente un prodotto che non può mancare nel beauty.

Ormai però ci capita spesso di imbatterci in un’enorme varietà di colori: azzurro, fuxia, giallo e persino nelle tonalità metalliche con tanto di glitter. Come orientarci? Per la scelta del colore che valorizza meglio i vostri occhi, leggete la mia guida. n generale può essere divertente abbinare due colori. Ad esempio possiamo tracciare la classica linea nera lungo le ciglia e poi parallelamente a questa tracciare una riga gialla oppure fuxia o del colore che più amiamo.

 

EFFETTO METAL

Un modo per sfruttare gli eyeliner dai toni metallici può essere questo: tracciate una linea nera da metà occhio verso l’esterno. La parte restante, ovvero quella corrispondente all’angolo interno dell’occhio potete tracciarla con un eyeliner silver, che si collega poi con quello nero. Questo sostituisce o enfatizza il punto luce.

 

GLI ABBINAMENTI

Come abbinamenti seguite il sottotono: l’eyeliner nero lo abbiniamo all’argento, l’eyeliner marrone lo abbiniamo all’oro. Se non avete a disposizione un eyeliner colorato, potete creare lo stesso effetto con un ombretto: tracciate normalmente la vostra riga con l’eyeliner nero, poi con un pennellino sottile la ricalcate con dell’ombretto colorato. Otterrete un risultato fantastico soprattutto con il blu o l’ottanio.

 

L’ICONA

Forse il più imitato in assoluto, l’eyeliner di Sofia Loren collega la riga superiore con quella inferiore. L’effetto gatta è accentuato dalle sopracciglia pettinate verso l’alto.

 

L’ICONA

Il look più amato di Audrey Hepburn è sicuramente quello di “Colazione da Tiffany”: l’eyeliner rende gli occhi protagonisti assoluti, complice anche un bel paia di ciglia finte.