Fabrizio Frizzi santo?

L'amore che Fabrizio ha donato alle persone è un esempio da ricordare per sempre

Per diventare un santo riconosciuto dalla Chiesa è necessario aver subito un martirio o aver compiuto un miracolo. Don Gambalunga, afferma che per la seconda ipotesi potrebbe esserci una possibilità.

Fabrizio Frizzi potrebbe diventare santo?

Don Romano Gambalunga attraverso un’intervista diretta da Sandro Mayer ha affermato: “Di sicuro questo consenso popolare così contagioso può essere interpretato come ‘fama di santità’, il termine con cui noi postulatori definiamo un primo segnale importante per aprire un processo di canonizzazione”

“Lo ritengo possibile, perché tutto parte da questo sentimento popolare, da questa fama di santità che si respira intorno a Frizzi e che si tocca con mano. Ogni postulatore è stimolato da un fenomeno del genere. E io, come postulatore, sono toccato dal grido del popolo che ha eletto Fabrizio a esempio di bontà, che si rivolge a lui come farebbe con chi ha più caro al mondo, una mamma, o un papà o un fratello, chiedendo aiuto e serenità. Persone che dentro di loro pensano: ‘Aiutaci, Fabrizio’. Persone che si sentono bene o migliori invocando e ricordando Fabrizio. Questo furor di popolo può essere il primo passo per cominciare a indagare sulla santità di Frizzi, ma è una strada lunga”.

Loading...

La morte di Fabrizio ha scosso tutta la comunità, facendo dilagare tra i comuni cittadini un profondo senso di vuoto in seguito alla sua prematura dipartita. La sua malattia tenuta nascosta e vissuta con un enorme coraggio ha destato negli animi di tutti coloro che lo conoscevano anche solo via etere, profonda commozione, rispetto e amore.

Mentre Fabrizio Frizzi conduceva l’Eredità e il suo sorriso si diffondeva nelle case di tutti gli spettatori; un terribile tumore ormai inoperabile lo ha portato via alla sua vita terrena.

Alfonso Signorini parla di Frizzi e della sua morte a Matrix: ”Fabrizio era consapevole di essere condannato, sapeva che non aveva scampo. Quando ha avuto quell’ischemia che l’ha portato al ricovero immediato in ospedale, dagli esami è risultato che aveva dei tumori diffusissimi che erano inoperabili. Venuto a conoscenza del suo quadro clinico, Frizzi è stato messo davanti ad un bivio che gli imponeva di restare a casa e aspettare il momento oppure andare in televisione a fare il suo lavoro, a portare ancora una volta il sorriso a casa della gente. E’ questo il vero miracolo che ha fatto Fabrizio Frizzi, il messaggio che ha mandato a chi è inchiodato in un letto senza speranza: affrontare la vita, fino all’ultimo, con il sorriso”.

Ma l’amore per il conduttore televisivo è stato preso a cuore anche dalla leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, che in una mozione insieme alla giunta vorrebbe intitolare una strada di Roma a Fabrizio Frizzi.

Per la Meloni, “Fabrizio Frizzi ha dato lustro alla città di Roma. Per questo ha chiesto in Campidoglio di intitolare alla sua memoria una strada all’Aventino, nel quartiere in cui vengono ricordati i grandi romani del mondo dello spettacolo”.