Fridays for Future, ritorna lo sciopero verde il 24 maggio

Migliaia di studenti in tutto il mondo nelle piazze con lo slogan ecologista di Greta Thunberg

Dopo il primo appuntamento del 15 marzo e la parentesi romana del 19 maggio, tornano i Fridays for Future, i venerdì verdi di sciopero lanciati da Greta Thunberg, la sedicenne attivista svedese. Da Milano a Roma, da Torino a Colonia: anche oggi migliaia di giovani sono scesi nelle piazze per protestare contro il cambiamento climatico. A marzo si contavano nelle piazze 1,8 milioni di manifestanti in 2350 località di 125 paesi in tutto il mondo, 400mila in Italia.

Fridays for Future in Italia?

Oggi invece lo sciopero ha visto coinvolte 1693 città e 119 paesi nel mondo. “Ci vediamo venerdì alle 9.30 in largo Cairoli per la partenza del secondo Global Strike for the Future!” è l’invito della pagina Facebook Fridays for Future per Milano, mentre a Roma il corteo è iniziato alle 10 da piazza della Repubblica, con la partecipazione del geologo Mario Tozzi e del climatologo Antonello Pasini. In Italia attive anche Firenze, Bologna, Reggio Emilila, Cremona, Como, Taranto, Caserta e altre.

Sciopero… economico

Stavolta il dibattito è diretto soprattutto all’economia: “Ora pensa al nostro impatto se potessimo mobilitare non solo le scuole ma tutti i settori dell’economia? Facciamo questo per quel secondo sciopero globale!” si legge sulla pagina Facebook ufficiale dell’evento.

Un cartello, un programma

“Skolstrejk för limate”, “sciopero per il cima”: questo il cartello che dal 2018 la sedicenne Greta porta con sé ogni venerdì davanti a Riksdag, la sede del parlamento nazionale svedese. Il suo gesto ha ispirato un vero e proprio movimento giovanile, basato sulla temi di lotta climatica come la riduzione di emissioni di Co2 e maggiori investimenti in energie rinnovabili, problematicità che sono state affrontate anche quest’oggi in tutto il mondo.

Potrebbero interessarti anche