Gallipoli, furti in discoteca con la scusa di un selfie

"Facciamo un selfie?" furti in discoteca: tra gli oggetti rubati collanine e cellulari.

Una serie di furti in una discoteca a Gallipoli, nella zona della Baia Verde. Tra gli oggetti rubati cellulari, collanine d’oro e carte di credito. I ladri avrebbero messo in atto diversi stratagemmi finalizzati a distrarre le vittime, tra cui la richiesta di farsi un selfie. Scuse banali, ma che bastavano per distogliere l’attenzione dei poveri malcapitati. Arrestate due persone, mentre una terza è stata denunciata.

Furti in discoteca: le segnalazioni alle forze dell’ordine

Di recente erano giunte segnalazioni alle forze dell’ordine in cui si parlava di alcuni comportamenti anomali da parte di alcune persone per distrarre le vittime che avevano la sfortuna di essere prese di mira dai malviventi. Come informa FanPage, questi sfruttavano la confusione e gli effetti dell’assunzione di droga e sostanze alcoliche che, come è risaputo, riducono le capacità cognitive.

- Advertisement -

Ci facciamo un selfie?

I malintenzionati erano soliti avvicinarsi ai malcapitati con le scuse più varie. Di solito la richiesta era semplice ma efficace: “Ci facciamo un selfie?”. Di seguito lo scatto fulmineo per rubare l’oggetto di interesse alla vittima. Qualcosa però non è andato come previsto nelle ultime due sere di attività criminale. Gli autori del furto infatti hanno fallito ben due colpi.

Uno dei presunti ladri aveva la refurtiva negli slip

Lo scorso 20 agosto due turisti romani in vacanza a Gallipoli sono stati derubati delle collanine d’oro che indossavano. Il presunto ladro è un giovane proveniente da Caserta, coetaneo delle due vittime. Il ragazzo è stato trovato grazie agli uomini della sicurezza venendo infine denunciato per furto aggravato in quanto attuato con abilità. Nel momento in cui è stato bloccato aveva ancora addosso la refurtiva, più precisamente negli slip.

- Advertisement -

Bloccati altri due giovani

Sempre in una nota discoteca di Baia Verde sono state derubate tre ragazze, anche loro in vacanza a Gallipoli. Due di loro risultano essere minorenni. Il furto subito è stato di tre cellulari e tre carte di credito. Gli autori sono stati bloccati grazie alla prontezza di una delle ragazze. I presunti responsabili sono altri due giovani casertani di 22 e 24 anni. Il più giovane è stato arrestato ed è attualmente recluso nel carcere di Lecce per alcuni precedenti specifici. L’altro, invece è stato denunciato.