Giornata internazionale della Donna, tra festa e riflessione

Festa e riflessione

E siamo qui, siamo giunti all’8 marzo anche quest’anno. La Giornata internazionale della Donna sarà una giornata di riflessione e di festa perché è evidente che è ancora lunga la strada verso l’emancipazione femminile. Molte donne sono ancora schiave di un marito o padre padrone che impedisce loro di sentirsi veramente libere, altre sono relegate ai margini della società dalle tradizioni e dalla religione, non c’è pace per le donne.

Molte donne cercano aiuto ma non riescono a trovarlo perché quando raccontano delle violenze subite nessuno le crede, vengono umiliate solo perché non si sono vestite abbastanza decorose per non dare nell’occhio.

Qualcosa ancora non va…

Le donne cercano in tutti i modi di farsi strada nel mondo del lavoro e non solo, combattono, lottano e cercano di fare sentire la loro voce in mezzo al caos. Donne che cercano la loro strada per garantire a loro stesse e alle loro famiglie un futuro migliore, più tollerante e più aperto.

Essere donne non è facile perché contro le donne per anni sono state fatte delle leggi che le umiliano, le minacciano, le riempiono di insulti, le violentano. Certamente non sarà facile ma adesso le cose stanno lentamente cambiando, e si spera che in futuro sia tutto più veloce.

I diritti delle donne

I diritti delle donne vanno difesi, sempre e comunque, perché solo così potremo finalmente essere davvero libere di scegliere la nostra vita e di viverla come meglio crediamo.

Diritto alla salute, all’aborto, ad essere giustamente pagate e riconosciute per il loro lavoro… questi sono i diritti che dobbiamo difendere senza se e se ma, sempre. Sappiamo che abbiamo gli stessi diritti delle persone di sesso maschile e non dobbiamo mai dimenticare che anche noi valiamo. La Giornata internazionale delle Donna deve essere di festa ma anche, e soprattutto, di riflessione perché sono ancora tante, troppe, le donne che soffrono, non dobbiamo mai dimenticarlo.

 

Avatar
Sono una ragazza di trenta anni con Laurea triennale in Studi Internazionali e Laurea magistrale in Scienze del governo e dell'amministrazione; ho anche frequentato un Master e vari corsi post laurea. Conosco oltre all'italiano, inglese e francese e il tedesco a livello base. Le mie passioni sono leggere, scrivere di attualità, ambiente e animali e viaggiare per scoprire sempre posti nuovi. Oltre che per Quotidian Post scrivo anche per Prima Pagina on line, Notiziario Estero e Report Difesa. Ho anche un blog personale http://valeryworldblog.com
Potrebbero interessarti anche