Golf, uno sport in crescita

Il golf fa bene al cuore ed alla mente

Il golf al giorno d’oggi appassiona sempre più persone nel mondo ed in Italia, sport che tocca dai più piccoli ai meno giovani. Un tempo si viveva con l’immagine del signore anziano vestito elegante che si calava nelle vesti del giocatore di golf con lo zaino in spalla, ma negli ultimi tempi le cose sono radicalmente cambiate.

Il golf oggi è anche uno sport praticato alle olimpiadi, essendo un gioco di squadra che fa bene al cuore ed alla mente. Inoltre è uno sport praticabile all’aperto e questo invoglia sempre più persone ad iniziare. In che modo si può avere la tartaruga? La risposta è semplice, giocando a golf, all’aperto senza utilizzo di attrezzature ingombranti in muffosi ambienti chiusi: è chiaro, praticare questo sport aiuta a camminare per chilometri senza nemmeno accorgersene respirando aria pulita e salubre.

Dopo aver ben capito la parte bella dello sport, bisogna ovviamente dedicare molta attenzione all’attrezzatura per praticare al meglio ed in sicurezza la propria attività. Dal momento che lo sport si pratica all’aria aperta non si deve mai non portare occhiali da sole e protezione solare, oltre al tradizionale cappellino con visiera che serve a vedere meglio. Inoltre si deve sempre usare un buon equipaggiamento: l’attrezzatura deve comprendere scarpe, calzini, guanti e abbigliamento tipico da golf, elegante ma sportivo nonché mazze e palline di qualità.
Scegliere la giusta attrezzatura serve per essere sicuri durante le partite, e per avere risultati ottimali bisogna scegliere le migliori scarpe da golf. Le scarpe sono la base di un giocatore, servono per ancorarsi al terreno, per sostenersi durante la partita quando si effettuano lunghe camminate e per sorreggersi durante il tiro. Esistono varie tipologie, in base alle esigenze del giocatore, al prezzo, al modello, al colore, allo stile ed al comfort che si cerca. Esiste una scarpa per ogni esigenza basta seguire la guida per capire la più adatta.

Le categorie più grandi si dividono in due tipi scarpe da golf con tacchetti (spikeless), detti anche chiodi, intercambiabili e capaci di fornire la stabilità necessaria durante lo swing e una adeguata aderenza per non scivolare lungo i tanti ostacoli del percorso. Possono essere in plastica più morbidi, o in metallo più rigidi, facilmente rimuovibili e sostituibili con l’apposita chiavina; scarpe senza tacchetti (spiked), o meglio con tacchetti in gomma, sostanzialmente fissi. Garantiscono minor aderenza ma maggior comodità.

Oltre queste categorie ne esistono altre, ma la scelta la si deve fare in base alla spesa che si può affrontare. Il comfort è la base dell’acquisto, con queste scarpe si percorreranno chilometri e sarebbe possibile affrontare una partita in scomodità. Vi sono dei modelli indicati con suola in gomma morbida specialmente se si soffre di tallonite o affaticamento delle gambe. Il peso delle scarpe è un’altra discriminante: se si ha poca mobilità della caviglia meglio un peso leggero. Anche la tecnologia usata è importante: le aziende produttrici tendono ormai a fare scarpe sempre più performanti, con materiali traspiranti, impermeabili, resistenti e con un’alta capacità di ammortizzazione.

La scarpa per giocare a golf non deve essere solo una moda e soprattutto non deve solo rispettare le mode, ma deve avere dei canoni ben precisi da seguire per accompagnare al meglio il giocatore. Seguendo le varie guide, si trovano delle scarpe consigliate da esperti del campo, e valutate eccellenti da esperti giocatori che le indossano durante le loro performance. Seguire delle linee guida servirà a non fare un errato acquisto. Ogni giocatore potrà stare sereno nel suo acquisto, ad oggi esistono aziende europee che fabbricano scarpe da golf con design minimalista e tecnologia innovativa abbinata all’artigianalità per ottima qualità e durata. Insomma basta avere la migliore scarpa da golf e la più adatta alla propria figura per vivere un gioco ottimale.

Potrebbero interessarti anche