Il 13 Maggio 1917, la Vergine Maria apparve a tre pastorelli

Il 13 maggio 1917 una Signora vestita di bianco apparve a Fatima per affidare un messaggio di pace e preghiera.

Dopo essere apparsa per ben tre volte, prima a La Salette, poi a Lourdes e a Castelpetroso, la Vergine Maria apparve nel 1917 a Fatima in Portogallo. In queste apparizioni la Madre di Dio si rivolse a giovani o ragazzi di umili condizioni sociali dediti, per lo più, alla pastorizia. A loro la Vergine Maria si rivolse per affidare i suoi messaggi all’umanità peccatrice invocandone il pentimento ed esortandola alla preghiera.

In quel tempo Papa Benedetto XV, visto il perdurare della Prima Guerra Mondiale, aveva invitato tutti i cattolici sparsi nel mondo ad unirsi in una crociata di preghiera al fine di ottenere, per intercessione della Vergine Maria, la pace.

Allora Fatima era un villaggio della zona centrale del Portogallo. La leggenda narra che avesse preso il nome da una ragazza musulmana andata sposa ad un nobile cattolico. Ad un chilometro e mezzo dal centro abitato nacquero e vissero i tre protagonisti della storia delle apparizioni: Lucia nata nel 1907 e i suoi due cugini Francisco Marto nato nel 1908 e Jacinta Marto nata nel 1910. I tre cugini erano soliti portare a pascolare le piccole greggi delle rispettive famiglie verso i luoghi del pascolo dove poi trascorrevano tutta la giornata. A mezzogiorno, poi, consumavano la merenda preparata dalle loro mamme e dopo recitavano il Rosario.

Loading...

Fra aprile ed ottobre del 1916 ai tre bambini apparve un angelo sfavillante di luce che si presentò loro come Angelo della Pace e li invitò alla preghiera. Tali apparizioni furono in totale tre.

La domenica 13 maggio 1917, dopo aver assistito alla Messa, i tre cuginetti portarono il gregge al pascolo. Il tempo primaverile era splendido e così decisero di raggiungere una grande radura a forma di anfiteatro, chiamata Cova da Iria. Mentre erano intenti a giocare, nel cielo apparve un bagliore simile a quello dei fulmini. Preoccupati per l’imminente arrivo di un temporale decisero di ridiscendere il pendio. Ma durante il cammino la luce sfolgorò ancora. A pochi passi videro una Bella Signora vestita di bianco, in piedi sopra il leccio, che emanava una luce sfolgorante. I bambini rimasero a distanza a contemplarla stupiti. La Signora parlò loro rassicurandoli: “Non abbiate paura, non vi farò del male”. Il suo vestito, bianco con fregi dorati, aveva per cintura un cordone d’oro; un velo con bordi d’oro, le copriva il capo e le spalle, scendendo fino ai piedi come un vestito. Dalle sue dita, portate sul petto in atteggiamento di preghiera, pendeva un Rosario coi grani bianchi.

La Vergine Maria chiese ai tre bambini di offrire tutte le loro sofferenze a Dio in riparazione dei peccati e per domandare la conversione dei peccatori. Lucia che fu l’unica a parlare con la Bella Signora accettò a nome anche dei due cugini. Infine, la Vergine si congedò da loro raccomandando loro di pregare il Rosario tutti i giorni per ottenere la pace nel mondo e la fine della Guerra.

La Vergine Maria apparve ai tre pastorelli ogni 13 del mese, fino ad ottobre. In quell’ultima apparizione avvenne il “Miracolo del sole”.

Nel dicembre 1918 una terribile epidemia di influenza spagnola si abbatté sul Portogallo e Jacinta e Francisco ne furono colpiti. Francisco morì all’età di 11 anni mentre Jacinta morì qualche tempo dopo per una pleurite, così come predetto dalla Vergine Maria.

Lucia entrò in convento e divenne suora divenendo l’unica testimone delle apparizioni. La Chiesa cattolica ne autorizzò il culto nel 1930.

Roby Contarino
Scrittore, poeta, autore di canzoni, blogger, social media manager. Gestisce un blog personale "Ad esempio a me piace scrivere". Collabora oltre che con Quotidian Post anche con CalcioNow, Spynews e Supernews. Ha pubblicato tre romanzi (Un amore, un destino; Come dentro una Bottiglia; All'ombra dell'ultimo sole". A dicembre uscirà il suo nuovo romanzo "Il Pianista e la bambina: vita sopra le righe".
Potrebbero interessarti anche