Italia- Spagna 1 a 1

italia-spagna1

Termina 1 a 1 il big match tra Italia e Spagna, valido per le qualificazioni ai mondiali di Russia 2018.
Ventura decide di schierare un 3-5-2, con De Rossi in cabina di regia e Alessio Romagnoli al posto di Giorgio Chiellini.
Lopetegui, il mister spagnolo, schiera il solito 4-3-3 preferendo Diego Costa a Morata.
A Torino però si presenta una squadra di un azzurro pallido, timorosa, che fino all’intervallo tiene il pallone soltanto per il 27% del tempo.
Tutta arroccata dietro la linea di centrocampo, l’Italia permette agli Iberici di dominare per tutto il primo tempo, malgrado la prima frazione di gioco si chiuda sullo 0 a 0.
Nella ripresa, al 55′, gli ospiti si portano in vantaggio, grazie a Vitolo, complice un’uscita sbandata di Gigi Buffon: purtroppo capita anche ai fenomeni.
Pochi minuti dopo è ancora lo stesso attaccante del Siviglia a trovarsi davanti all’estremo difensore italiano ma questa volta la palla termina fuori.
L’ingresso di Belotti a 15 minuti dalla fine scuote l’Italia che in pochi minuti passa dalla difesa all’attacco, macinando azioni su azioni fino al calcio di rigore procurato da Eder e trasformato freddamente da De Rossi.
Gli ultimi minuti lasciano spazio anche alla possibilità del vantaggio che sfortunatamente non arriva.
L’italia ottiene un punto sacro, rimanendo al passo della Spagna e a due punti dall’Albania.
Ventura però dovrà lavorare molto per evitare situazioni come quella del primo tempo e far dimenticare il gioco “Contiano” impresso ancora nelle menti di molti tifosi.
Tuttavia, la qualificazione è alla portata dell’Italia, a patto di giocare sempre come gli ultimi venti minuti del secondo tempo.

Loading...
Potrebbero interessarti anche