La Roma batte l’Inter 2 a 1

roma-inter

Ottima prova della squadra giallorossa che ieri sera nel posticipo serale si è imposta sull’Inter per 2 a 1.
Spalletti lascia a sorpresa Nainggolan in panchina e lancia dal primo minuto Edin Dzeko al posto del capitano giallorosso.
Inizia subito forte la squadra capitolina che al 5′ minuto si porta in vantaggio grazie proprio al bosniaco abile nello sfruttare un cross basso dalla destra di Bruno Peres.
L’Inter non sta certo a guardare e all’ 8′ un destro di Banega dai 25 metri supera Szczesny ma va a sbattere sul palo interno.
I neroazzurri si sbilanciano e la Roma nel giro di 60 secondi ha tre ottime opportunità per il raddoppio: due volte con Salah che sul primo tentativo scheggia il palo e sul secondo invece è il portiere Sloveno a chiudergli lo specchio che si ripeterà magistralmente su Florenzi pochi istanti dopo.
Non c’è un secondo di tregua che dall’altra parte Szczesny si esibisce in due salvataggi decisivi.
Le palle gol però sono solo dei padroni di casa: al 28′ il piatto destro di Dzeko è potente ma manca di cattiveria e Handanovic blocca in due tempi, al 39′ Perotti prova a imitare Del Piero, ma il suo destro non si stringe abbastanza e il pallone finisce a lato.
Al 42′ Ansaldi scodella verso il centro dell’aria dove Candreva calcia al volo di sinistro un pallone che sembra destinato nell’angolo su cui Szczesny compie la più bella parata della serata.
Sugli sviluppi del corner è’ proprio Miranda a impattare la sfera di testa mancando di un soffio il bersaglio.
Finisce così un primo tempo vietato ai deboli di cuore e forse una delle frazioni più spettacolari degli ultimi tempi.
Nella ripresa il copione non cambia e chi pensava ad un calo dei ritmi si sbaglia clamorosamente.
Perisic spreca due ottime occasioni mentre per i giallorossi Dzeko e Salah sfiorano il raddoppio.
Al 72” perfetto lancio di Icardi per Banega che stoppa deliziosamente il pallone, mette a sedere De Rossi e batte il portiere polacco sul palo alla sua sinistra.
L’equilibrio dura solo 4 minuti: al 76” Florenzi pennella un cross meraviglioso da calcio di punizione sul quale interviene “lo Yogurt greco”  ossia Manolas chiamato cosi dal famoso speaker giallorosso Carlo Zampa che di testa riporta i capitolini in vantaggio.
l’ultimo lampo della partita lo produce Edin Dzeko che costringe Handanovic ad uno splendido prodigio compiendo la seconda parata più bella della serata.
Nel finale l’assedio dell’Inter non produce palle goal e il triplice fischio vede il trionfo giallorosso in una partita nella quale escono tutti a testa alta.

Loading...
Potrebbero interessarti anche