La salute non va in vacanza

Pensare alle vacanze ma anche alla salute

L’estate è tempo di vacanze, è la stagione in cui finalmente possiamo decidere di visitare posti nuovi e staccare dalla solita vecchia routine quotidiana. Tutto l’anno si aspetta la bella stagione per fare esperienze nuove e divertenti ed anche quest’anno il momento è arrivato. Non bisogna però trascurare la salute perché anche se noi andiamo in vacanza la nostra salute no, non deve mai essere trascurata.

Soprattutto se c’è in programma un lungo viaggio in Paesi lontani con standard igienici e sanitari molto lontani dai nostri prima di partire è bene consultare un medico e farsi spiegare quali sono le vaccinazioni obbligatorie per le patologie presenti in quel particolare luogo. In Asia e in Africa ci soro rischi legati allo stato di conservazione degli alimenti e ad alcune tipologie di zanzare che possono trasmettere malattie anche molto gravi come la malaria o la febbre gialla; prima della partenza è sempre d’obbligo vaccinarsi per prevenire sorprese sgradite. Viaggi in Paesi molto lontani con una diversa prassi igienico sanitaria possono essere la causa scatenante ci patologie gravi che possono mettere seriamente a rischio la nostra salute, ecco perché è molto importate prima di partite prendere tutte le precauzioni del caso, a cominciare proprio dalle vaccinazioni.

Quando si mangia, soprattutto in viaggio, è sempre bene lavarsi accuratamente le mani e assicurarsi che il locale in cui ci apprestiamo a consumare il pasto sia pulito. Se compriamo da mangiare in strada, il cosiddetto street food, è bene controllare che chi ci serve indossi almeno dei guanti protettivi per evitare il contatto del cibo con le mani. Bisogna tenere conto che con le temperature elevate i microbi ed i batteri si moltiplicano molto più facilmente e possono entrare a contatto con il cibo che mangiamo, un pericolo da non sottovalutare.

Loading...

I cibi più pericolosi in assoluto quando si è in viaggio sono i frutti di mare ed il pesce crudo. Se mal conservati i frutti di mare possono essere terreno fertile per malattie gravi come l’epatite, il tifo e la salmonella. Queste malattie intaccano in particolare fegato, reni e tutto l’apparato digerente, si manifestano con fortissimi dolori allo stomaco, nausea, volito e diarrea.

In alcuni Paesi bisogna guardarsi anche dalle zanzare, sia di notte che di giorno, perché possono essere infette e portatrici del virus Zika o della malaria; è bene vaccinarsi e prendere le precauzioni del caso, come ad esempio dormire sotto zanzariere in ottimo stato che non lasciano filtrare gli insetti. Di giorno è bene mettere repellenti cutanei e indossare abiti che non lascino spazio alle zanzare e proteggano anche dal caldo.

Capitolo particolare merita l’acqua; nei Paesi esotici è meglio consumare solo acqua in bottiglie assicurandosi che siano ben sigillate quando si acquistano perché l’acqua dei rubinetti non è filtrata e può contenere batteri pericolosi. E ricordiamoci sempre che la salute non va in vacanza.

 

Sono una ragazza di trenta anni con Laurea triennale in Studi Internazionali e Laurea magistrale in Scienze del governo e dell'amministrazione; ho anche frequentato un Master e vari corsi post laurea. Conosco oltre all'italiano, inglese e francese e il tedesco a livello base. Le mie passioni sono leggere, scrivere di attualità, ambiente e animali e viaggiare per scoprire sempre posti nuovi. Oltre che per Quotidian Post scrivo anche per Prima Pagina on line, Notiziario Estero e Report Difesa. Ho anche un blog personale http://valeryworldblog.com
Potrebbero interessarti anche