Laino Borgo: Denise Galatà è stata ritrovata senza vita

Non restano più speranze, al vaglio le ipotesi della morte

Le squadre dei Vigili del Fuoco impegnate nelle operazioni di ricerca hanno trovato il corpo senza vita di Denise Galatà, la giovane studentessa di diciannove anni, che era stata segnalata dispersa dalla giornata di ieri dopo essere caduta in acqua durante una discesa in rafting sul fiume Lao, a Laino Borgo.

I subacquei dei Vigili del Fuoco hanno individuato il corpo della ragazza, che si trovava immerso nelle acque del fiume a pochi metri di profondità, in prossimità del luogo in cui era caduta.

- Advertisement -

L’ipotesi più probabile è che la giovane, dopo essere finita in acqua a seguito di uno scontro tra il suo gommone e un’altra imbarcazione che procedeva davanti, non sia riuscita a risalire in superficie e sia morta per annegamento. Le forze dell’ordine, su delega della Procura della Repubblica di Castrovillari, hanno avviato ulteriori indagini per accertare i dettagli di quanto accaduto.

Purtroppo le ricerche della giovane 19enne dispersa da ieri a Piano Lago, in provincia di Cosenza, hanno dato un esisto negativo. Denise Galatà, stava facendo rafting nel fiume Lao con i compagni durante una gita scolastica, quando in seguito ad uno scontro tra due gommoni è finita in acqua e di lei si erano perse le tracce. Questa mattina era stato ritrovato il caschetto di protezione che indossava al momento della scomparsa. 

- Advertisement -

In quest’area si sono concentrate le ricerche della giovane, condotte dai vigili del fuoco, dai carabinieri, dal Nucleo speleo fluviale e da gruppi di volontari. Il fiume Lao in questo periodo è in piena a causa delle abbondanti piogge che si sono abbattute negli ultimi giorni in tutta l’area del Pollino, ma da varie testimonianze era praticabile.

In seguito all’incidente, i genitori della giovane erano accorsi a Piano Lago. La ragazza risiedeva con la famiglia a Cinquefrondi, nel Reggino, e frequentava il liceo statale Giuseppe Rechichi di Polistena. Alla gita scolastica hanno partecipato diversi studenti, che non hanno riportato alcuna ferita in seguito all’impatto e durante l’attività acquatica. I giovani sono rimasti scioccati e senza parole e in palese stato di shock.