Dal 21 al 23 aprile 2018 il centro storico di Palermo ospiterà la terza edizione de ‘Le vie dei librai‘ che dalle 8:00 alle 24:00 tiene vivo il Cassaro Alto della città.

Questa manifestazione vuole essere il paradigma di una celebrazione della scrittura, degli scrittori e dei libri antichi, moderni e contemporanei in un’atmosfera rilassata e di festa. Tutto ciò è reso dall’Associazione Cassaro Alto e dal Comune di Palermo e in collaborazione con l’Università degli Studi di Palermo, ”Ballarò significa Palermo”, il ”Progetto Albergheria e Capo Insieme”, il C.C.N. Di Piazza Marina&Dintorni ed ‘‘Ars Nova’‘.

Promuovere la cultura e la bellezza è uno degli obiettivi principali di Palermo che, come capitale della cultura 2018, ha ospitato 120 partecipanti tra librerie, associazioni culturali e commercianti locali. Il teatro di tale avvenimento, tanto atteso durante l’arco dell’anno da giovanissimi e non, terminerà nella giornata di oggi con l’esposizione ‘‘Maredolce al Politeama attraverso il Cassaro Alto“‘ dell’artista Aldo Sessa, nelle vetrine dei soci dell’Associazione Cassaro Alto. Per festeggiare al meglio la ”Giornata del Libro e della Lettura” emanata dall’Unesco durante la serata di oggi alle 21:00 presso il Teatro alla Guilla andrà in scena lo spettacolo ”Le Metamorfosi’‘ di Sandro Dieli.

Tra le novità ”librarie” più interessanti si cita dal fantasy siciliano alle collane che raccontano al meglio opere artistiche e letterarie siciliane passando per i racconti accompagnati da composizioni musicali originali. Ci stiamo riferendo proprio a ”L’estate di San Martino” dello scrittore palermitano Gabriele Mastropaolo che – assieme al musicista (per metà russo) Sasha Lattuca – ha scritto e cucito a quattro mani una raccolta di dieci racconti ambientati nel mese di novembre.

Sono storie di uomini e donne che si intrecciano al paradosso. Chi fugge da un assassino, chi dal fato o chi da se stessi. Questo è ciò che si può definire un ”incontro felice tra scrittura e musica”.

Maria Carola Leone
Maria Carola Leone, classe 1990. Laureata in Lingue e Letterature Moderne dell'Occidente e dell'Oriente - Curriculum orientale (Arabo, Ebraico e Francese) con votazione 110/110 e lode. Parlo correttamente 5 lingue: inglese, francese, spagnolo, arabo ed ebraico.Da sempre sostenitrice dell'arte e della cultura intraprende il suo percorso da culture-teller a 11 anni quando pubblica il suo primo articolo giornalistico sul quotidiano 'La Sicilia'. Continua a scrivere fino a quando nel 2012 entra a far parte della condotta Slow Food 570 diventando Responsabile dei Progetti educativi, editoriali e culturali collaborando attivamente e con serietà al progetto.Attualmente è Docente di Lingue Straniere presso una scuola superiore di Palermo e si occupa di Digital Marketing e Traduzioni.