Lizzano – Sversamento illecito, 4 denunciati (Foto)

La notizia

Sversamento illecito di liquami tra Sava, Torricella, Lizzano e Fragagnano: quattro denunciati con questa accusa

Lo sversamento illecito avveniva tra le campagne dei quattro comuni della provincia ionica

TRAFFICO ILLECITO DI RIFIUTI, 4 PERSONE DENUNCIATE (FOTO)

Prosegue l’attività di prevenzione e repressione degli illeciti ambientali; difatti, la compagnia dei Carabinieri della Stazione di Torricella ha dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo, emesso dall’ufficio G.I.P. del Tribunale di Lecce, su richiesta della Procura Distrettuale Antimafia salentina, di ben quattro veicoli industriali, impiegati illecitamente in attività di auto spurgo, del valore complessivo pari a circa 150.000,00 euro.

Il provvedimento

Il provvedimento scaturisce da una intensa e meticolosa attività d’indagine posta in essere dai suddetti militari, atta a prevenire e contrastare i reati e gli illeciti amministrativi in materia ambientale.

Le indagini avviate al fine di monitorare il territorio, prevenire e contrastare i reati e gli illeciti amministrativi in materia ambientale; i conducenti delle autocisterne e lo sversamento illecito

Loading...

L’indagine, avviata a seguito di specifici servizi finalizzati a monitorare il territorio, hanno consentito di accertare che, in più occasioni, i conducenti delle autocisterne, utilizzate per lo spurgo dei pozzi neri, provvedevano allo sversamento illecito dei liquami trasportati, costituiti da reflui urbani di provenienza domestica, nei terreni delle campagne circostanti, ovvero dei quattro comuni appartenenti alla provincia ionica e, nello specifico, parliamo di Sava, di Torricella, di Lizzano e di Fragagnano.

Gli accertamenti fatti dai militari, i quattro soggetti denunciati in stato di libertà e le accuse incalzate nei loro confronti e nei confronti dell’azienda di cui facevano parte a vario titolo

Una volta terminata codesta attività d’indagine, dagli accertamenti fatti dai Carabinieri emergeva e ne scaturiva una informativa di reato all’Autorità Giudiziaria con il contestuale deferimento in stato di libertà di quattro persone, tutte di Lizzano, facenti parte a vario titolo di un’azienda, la quale si occupa di servizi ecologici e ambientali.

I soggetti sopra indicati sono stati accusati di associazione per delinquere finalizzata all’attività organizzata per il traffico illecito di rifiuti e per aver, altresì, gestito abusivamente ingenti quantitativi di rifiuti, con il conseguente provvedimento di sequestro preventivo dei mezzi utilizzati dall’azienda dianzi menzionata.

Smaltimento illecito, reato permane fino alla rimozione dei rifiuti

Nell’ipotesi di deposito “controllabile” di rifiuti pericolosi cui segue la omessa rimozione degli stessi nei tempi e modi previsti per il deposito “temporaneo”, l’antigiuridicità del comportamento cessa solo con il regolare smaltimento.

L’ABBANDONO DI RIFIUTI

Da atto di malcostume alla gestione illegale

– Premessa

– Il divieto di abbandono dei rifiuti e la distinta ipotesi della discarica abusiva

– Le diverse sanzioni connesse al divieto di abbandono per il “privato” ed il titolare/responsabile di impresa ed ente

– L’obbligo di rimozione ed avvio a recupero o allo smaltimento dei rifiuti abbandonati

– Il “littering” e le sanzioni per l’abbandono di rifiuti di piccolissime dimensioni e prodotti da fumo

Ultim’ora: Incendio distrugge 2 ettari di macchia mediterranea a Torre Ovo

Un vasto incendio divampato stamani ha provocato gravi danni alla Flora e alla Fauna del territorio.
Le fiamme si sono sviluppate, per cause in corso di accertamento, nell’area prospiciente la Torre Saracena e l’ex Tonnara a Torre Ovo marina di Torricella. Distrutti circa due ettari di macchia mediterranea alberi di pino e sottobosco.
Sul posto, due squadre dei Vigili del fuoco del Distaccamento di Manduria e Taranto e il DOS (Direttore Operazioni Spegnimento).