L’ultima di Boko Haram: cancellare la memoria dei bambini

thB2OOQTNI

Dopo aver ammesso apertamente – attraverso l’annuncio in un video pubblicato da Site – di sostenere il gruppo terroristico dell’Isis, Boko Haram torna a far parlare di sé con un’altra notizia shockante riguardante ottanta bambini rapiti e portati nei campi di addestramento del gruppo integralista.

I bambini, tra i cinque e i diciotto anni, sono stati vittime di un lavaggio del cervello così totalizzante da procurare loro la perdita della memoria, della loro identità e degli avvenimenti passati, addestrati soltanto al combattimento e all’odio. La notizia arriva oggi attraverso il sito di informazione nigeriano Naija247news.com, ma i fatti risalgono a diversi mesi fa. Infatti gli effetti che la prigionia ha avuto sui bambini è stata stabilita dopo mesi. Dopo la liberazione avvenuta lo scorso novembre, i ragazzi sono stati portati in un orfanotrofio a Yaounde, la capitale del Cameroon. Christopher Fomunyoh, direttore del National Democratic Institute, grazie al quale è trapelata la notizia, ha parlato ai microfoni della BBC Africa raccontando:

“I bambini hanno passato molto tempo con i loro rapitori, sono stati indottrinati e cresciuti nell’ideologia jihadista in maniera così totalizzante da perdere completamente il contatto con il loro passato”.

Loading...

I bambini hanno perso il contatto con la realtà, annullando i ricordi passati della loro vita e non riuscendo ad approcciarsi alle persone che li circondano. Sarà difficile reintrodurli ad una esistenza normale anche se supportati da aiuti psicologici.

 

Amo scrivere di teatro, estrapolare ogni minimo significato da ciò che l'artista compie sul palco, analizzare le sfumature dei gesti e della mimica per poterla regalare al lettore. "Teatro significa vivere sul serio quello che gli altri, nella vita, recitano male." Eduardo De Filippo
Potrebbero interessarti anche