L’ultima di Boko Haram: cancellare la memoria dei bambini

L’ultima di Boko Haram: cancellare la memoria dei bambini

thB2OOQTNI

Dopo aver ammesso apertamente – attraverso l’annuncio in un video pubblicato da Site – di sostenere il gruppo terroristico dell’Isis, Boko Haram torna a far parlare di sé con un’altra notizia shockante riguardante ottanta bambini rapiti e portati nei campi di addestramento del gruppo integralista.

I bambini, tra i cinque e i diciotto anni, sono stati vittime di un lavaggio del cervello così totalizzante da procurare loro la perdita della memoria, della loro identità e degli avvenimenti passati, addestrati soltanto al combattimento e all’odio. La notizia arriva oggi attraverso il sito di informazione nigeriano Naija247news.com, ma i fatti risalgono a diversi mesi fa. Infatti gli effetti che la prigionia ha avuto sui bambini è stata stabilita dopo mesi. Dopo la liberazione avvenuta lo scorso novembre, i ragazzi sono stati portati in un orfanotrofio a Yaounde, la capitale del Cameroon. Christopher Fomunyoh, direttore del National Democratic Institute, grazie al quale è trapelata la notizia, ha parlato ai microfoni della BBC Africa raccontando:

“I bambini hanno passato molto tempo con i loro rapitori, sono stati indottrinati e cresciuti nell’ideologia jihadista in maniera così totalizzante da perdere completamente il contatto con il loro passato”.

I bambini hanno perso il contatto con la realtà, annullando i ricordi passati della loro vita e non riuscendo ad approcciarsi alle persone che li circondano. Sarà difficile reintrodurli ad una esistenza normale anche se supportati da aiuti psicologici.