Manduria, 21enne trovato morto: arrestati i presunti responsabili 

Tre giovani di Manduria sono stati sottoposti a fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura distrettuale di Lecce

Oggi 28 febbraio, alle prime ore dell’alba, il personale della Polizia di Stato ha proceduto al fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura Distrettuale di Lecce a carico dei presunti responsabili dell’omicidio di Bahtijari Natale Naser. Il giovane è stato trovato senza vita giovedì scorso in contrada “Cittu Cittu”, una scarpata delle campagne di Manduria, in provincia di Taranto. A dare l’allarme un ciclista che stava circolando nella zona, il quale ha chiamato i Carabinieri sostenendo di essere di fronte ad un cadavere riverso sul terreno.

La vittima presentava diverse ferite da arma da taglio ed era completamente svestita. La madre, non vedendolo rientrare a casa, aveva già denunciato la scomparsa del ragazzo la sera prima. I poliziotti della squadra Mobile, guidati dal dirigente Cosimo Romano, hanno condotto una ricerca a tappeto sin dal mattino del ritrovamento dello sfortunato ragazzo, originario di Lecce. I provvedimenti sono stati disposti dai magistrati della Direzione Distrettuale antimafia.

- Advertisement -

Cos’è successo prima della morte di Naser

Le ricerche si sono concentrate sulle ultime ore di vita della vittima. Le forze dell’ordine hanno cercato di capire cosa fosse successo prima della morte di Naser. Dalle ricostruzioni è emerso che il ragazzo era stato coinvolto in una rissa avvenuta la sera precedente al ritrovamento, in un locale del centro di Manduria.