Migranti: Geo Barents salva 300 persone vicino Malta

Ci sono volute circa quattro ore per portare a termine l'operazione

Si è conclusa questa mattina 2 maggio un’operazione di salvataggio nei confronti di 300 migranti. La nave Geo Barents di Msf ha soccorso diverse persone nel Mediterraneo centrale, nella zona Sar di competenza maltese. La barca di legno sovraffollata era già stata segnalata dall’Ong internazionale Alarm Phone, la quale ha specificato che le autorità maltesi avevano ignorato un’ulteriore chiamata per soccorrere il gruppo di migranti in difficoltà nella zona di ricerca e soccorso maltese.

Secondo quanto dichiarato, l’associazione sarebbe stata allertata riguardo una piccola imbarcazione con 36 migranti e di conseguenza avrebbe messo in allerta le autorità maltesi. L’Ong ha riferito che una nave mercantile si trovava nella stessa zona in cui erano i migranti, ma è ripartita senza prestare soccorso

- Advertisement -

Le accuse alle autorità maltesi per il mancato intervento

Da qui le accuse alle autorità maltesi in merito al mancato intervento. L’operazione ha permesso di mettere al sicuro tutti i migranti che si trovavano a bordo della nave. Questi, infine, sono stati assistiti dal team di Medici Senza Frontiere. La M/V Geo Barents è un’ex nave da ricerca sismica (SSV) norvegese classe Bureau Veritas della Uksnøy Barents. La nave è stata riadattata per le operazioni di ricerca e soccorso ed è utilizzata da Medici senza frontiere nel mar Mediterraneo centrale a partire da maggio 2021.

Al via Taobuk 2024

Si alza il sipario su Taobuk - Taormina International Book Festival, il festival internazionale ideato e diretto da Antonella Ferrara. Fino al 24 giugno, Taobuk porterà a Taormina...