Milano: “Io malata di cancro, mia mamma ha rifiutato di aiutarmi”

Lei è gravemente malata, la madre biologica si rifiuta di sottoporsi a un prelievo che potrebbe salvarle la vita. La triste storia di Daniela Molinari

Una donna di 47 anni, infermiera psichiatrica, ha cercato la mamma per un prelievo che sarebbe stato di vitale importanza, ma la donna si è rifiutata di sottoporvisi. La donna giudica il comportamento della madre “disumano”. È questa la triste storia di Daniela Molinari.

Al Corriere della Sera la donna afferma: “Non ho tempo. Io ci corro, contro il tempo. Stiamo cercando di preservare la contaminazione degli organi vitali”.

- Advertisement -

Poi racconta: “Tre anni fa, scoprono un tumore al seno. All’inizio non c’è tutta questa enorme preoccupazione. Senonché la situazione si aggrava. Morale: nell’ambito di una cura sperimentale americana, ho bisogno della mappatura del codice genetico e mi serve quello della mamma biologica. Basta un prelievo di sangue, un tampone salivare, nulla di che, nella massima garanzia totale e assoluta dell’anonimato”, racconta Daniela, che per trovare la mamma biologica si era rivolta anche ai giudici.

Grazie al tribunale dei minori, la donna è riuscita a rintracciare la mamma: “Quando il tribunale dei minori si è presentato a casa sua, lei ha detto che se l’aspettava. Aveva letto La Provincia di Como, che mi segue dall’inizio. C’è stato un periodo, nella mia vita, in cui volevo a tutti i costi scoprire chi fosse quella donna. Ho lasciato perdere, nel timore di venire a sapere cose che mi avrebbero ancora più complicato l’esistenza. Mia mamma biologica avrebbe anche potuto abortire, invece mi ha fatta nascere. Sono stata fortunata”.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.