Morte Davide Astori, indagati due medici

Indagati due sanitari, l'accusa è di omicidio colposo

Due medici sono stati indagati per la morte di Davide Astori, l’ex capitano della Fiorentina trovato morto in una stanza d’albergo il 4 marzo scorso. I due medici indagati quello di Firenze è il cardiologo Giorgio Galanti, avevano dato l’ok all’idoneità sportiva del calciatore.

L’inchiesta di Firenze ha portato una svolta sulla morte di Astori. In una prima perizia affidata alla procura di Udine aveva stabilito le cause e la dinamica della morte. Ma negli ultimi mesi i magistrati di Firenze hanno incaricato un nuovo consulente ovvero Domenico Corrado un professore dell’università di Pisa di effettuare nuovi accertamenti per capire se la malattia cardiaca di cui soffriva Astori poteva essere diagnosticata.

Il professore Corrado ha spiegato che le precedenti indagini erano insufficienti per trovare la causa della malattia e che erano necessari ulteriori approfondimenti.
I risultati della perizia sono al vaglio dei magistrati che indagano sulla vicenda. Risultati che hanno portato ad indagare i due sanitari.
Il difensore viola era stato trovato senza vita alle 9.30 nella camera d’albergo dove era in ritiro con la propria squadra prima della partita con l’Udinese.

Potrebbero interessarti anche