“A morte le guardie”: imbrattata la targa di Aldo Moro

    I parenti delle vittime di Via Fani: "azione vergognosa".

    Via Fani diventa, 40 anni dopo, lo scenario di un ennesimo oltraggio.
    “A morte le guardie”, corredata da una svastica ed una runa (simbolo usato dalle SS per indicare gli ariani), è la scritta trovata sulla targa intitolata ad Aldo Moro, all’angolo di Via Fani.

    Era il 16 Marzo 1978 quando le Brigate Rosse rapirono il Presidente della Democrazia Cristiana, dopo aver barbaramente ucciso gli uomini della sua scorta. Il corpo, senza vita, di Aldo Moro fu ritrovato, dopo 55 giorni di prigionia, nel bagagliaio di una Renault, in via Michelangelo Caetani.

    La scritta è stata trovata, questa mattina, sul basamento di cemento della targa commemorativa, momentaneamente rimossa per essere restaurata.
    “Un’azione vergognosa e un insulto per i tanti servitori dello Stato che hanno perso la vita per mantenere la schiena dritta alla democrazia di questo Paese”, questo il commento dei familiari Delle vittime di Via Fani.

    Loading...

    Sul posto, sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Monte Mario.