Curato per otite, muore dopo essere stato dimesso dall’ospedale

Giovane diciassettenne dopo una visita al pronto soccorso muore a causa di un malore imprevedibile mentre si stava lavando.

Monopoli – giovane morto a causa di un malore improvviso.

Giulio Vitti aveva solo 17 anni e tra poco ne avrebbe compiuti 18, era ormai pronto per festeggiare il suo compleanno. Era ormai tutto pronto per la sua festa in vista di sabato prossimo con la partecipazione di amici e parenti. Purtroppo Giulio non potrà mai festeggiare la sua maturità perché ha avuto un malore improvviso che lo ha ucciso. Ciò che fa più rabbia è che la tragedia è avvenuta due giorni dopo che Giulio era stato dimesso dall’ospedale “San Giacomo“.

Il giorno in cui il ragazzo si è recato al pronto soccorso i dottori non si sono allarmati. Gli hanno prescritto una semplice terapia antinfiammatoria  e lo hanno lasciato andare a casa. Tutto sembrava andare bene, la solita vita spensierata di un adolescente sempre con gli amici, l’ansia per la riapertura per la scuola, la felicità di chi sta per diventare maggiorenne. La vita di Giulio dopo la visita al pronto soccorso proseguiva normalmente, era impaziente che la scuola calcio riaprisse, il calcio è sempre stato la sua passione.

In questo periodo Giulio cercava di superare un grave lutto, era da poco morto il padre cinquantaseienne, si può solo immaginare il dolore che provava il giovane. Domenica mentre Giulio si stava facendo la doccia ha accusato una forte crisi respiratoria, pian piano è diventato cianotico preoccupando immediatamente la madre. I familiari hanno immediatamente chiamato l’ambulanza che subito è sopraggiunta presso l’abitazione. L’intervento delle forze dell’ordine è stato addirittura più rapido dell’ambulanza, sono stati infatti i poliziotti a cercare di rianimare il giovane.

I motivi del decesso

Il giovane è stato immediatamente trasportato in ospedale ma purtroppo i dottori non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

Ciò che fa discutere è che il giovane pochi giorni prima si era recato all’ospedale, i dottori che l’hanno visitato non avrebbero potuto evitare la morte del ragazzo? Attualmente i referti dell’ospedale sono sotto sequestro e si stanno svolgendo le indagini per capire quali farmaci stava assumendo Giulio. Per avere maggiori informazioni è necessario attendere l’esito dell’esame autoptico.

La prima ipotesi idonea a spiegare la morte del giovane diciassettenne è che il cuore non abbia più retto ed è sopraggiunto un fatale infarto. Il corpo del ragazzo non ha retto e un fatale infarto gli ha portato via la vita. Per avere maggiori certezze è necessario attendere l’esito dell’autopsia per capire la causa della morte di Giulio.

Leggi anche: Guida galattica alla crisi di governo per elettori in vacanza

 

Potrebbero interessarti anche