Morto investito sull’A91, i sospetti: fermo per vedere passare gli aerei?

L'uomo ha cercato di attraversare a piedi tutta la carreggiata dell'autostrada

Sta destando non pochi sospetti la morte di un uomo investito sull’A91 nella nottata di ieri mentre si trovava nella corsia di sorpasso. L’uomo investito sbalzato per diversi metri è deceduto sul colpo, inutili i soccorsi nel tentativo di salvargli la vita.

La tragedia è avvenuta all’interno dell’arteria autostradale che collega l’Urbe all’aeroporto internazionale. All’interno di una macchina ferma in corsia di emergenza insieme a un’altra persona, per cause ancora da appurare, il passeggero è sceso dall’abitacolo ed ha attraversato tutte e tre le corsie dell’A91. Su quella di sorpasso è stato poi falciato dall’auto. Un investimento che non gli ha lasciato scampo.

- Advertisement -

Ancora non è chiaro cosa abbia spinto l’uomo a scendere dall’autovettura per avventurarsi sulla carreggiata. Il sospetto degli inquirenti è che si tratti di una tragedia causata dalla pratica di fermarsi per assistere al passaggio degli aerei diretti o in partenza dall’aeroporto di Fiumicino. Una pratica che negli ultimi mesi ha causato l’incremento di persone che, pur di non pagare la sosta lungo l’aeroporto, si fermano in corsia di emergenza. Secondo Roma Today, nel corso della stessa sera in cui ha perso la vita l’uomo, tante persone erano ferme lungo l’autostrada per lo stesso motivo.