“Novecento Rendez-Vous”, la mostra itinerante di Roma

Dal 16 Novembre al 8 dicembre sarà possibile ammirare la prima edizione di questo percorso in tutta Italia.

Si chiama “Novecento Rendez-Vous” il primo evento culturale nazionale che celebra il secolo XX. Si è voluto attraversare stili e correnti artistiche sviluppate nel corso di cent’anni, dall’architettura alle mode che hanno caratterizzato questo periodo storico. Andrea Speziali, colui che ha curato la mostra nonché membro dell’Associazione Italia Libery, ha voluto creare un percorso in cui il Liberty è l’apri-pista di altre correnti che spaziano dall’Art Déco al Razionalismo senza dimenticare simbolismo, eclettismo, futurismo e gli indimenticabili anni sessanta.

Inizia sabato 16 novembre e terminerà domenica 8 dicembre questa mostra itinerante spalmata in varie località. Sono state scelte residenze, mostre e workshop così da renderla fruibile a più gente possibile. La prima edizione concentra una serie di attività ed eventi legati all’Art Déco, scelta non a caso dato che nel 2019 ricorrono i cento anni dalla realizzazione delle prime opere artigianali di questo stile.

Uno dei protagonisti di questa rassegna è sicuramente la figura e le opere di Mario Mirko Vucetich, architetto e artista eclettico, che hanno portato la Marostica in tutto il mondo nel lontano 1955.

Le città in cui si svolgerà ”Novecento Rendez-Vous’‘ sono: Torino, Bari, Catania, Firenze e Roma. Il primo appuntamento è stato fissato nella capitale, sabato 16 novembre, presso il Villino Ximenes (casa-studio dell’artista palermitano Ettore Ximenes) e la Casina delle Civette del Principe Torlonia ricca di sculture sinuose e decorazioni eleganti appartenenti al gusto liberty romano.

Dalla cittadella universitaria ‘La sapienza’ fino al rione Eur di Roma sarà possibile godere dello sfarzo degli inizi del XX secolo fino al rigore essenziale dello stile razionalista degli anni Venti.

Iweblab
Articolo precedenteLo zafferano frena una rara malattia agli occhi
Articolo successivoArriva l’edizione brossurata ed economica del biopic dedicato a Jean-Michel Basquiat
Maria Carola Leone
Maria Carola Leone, classe 1990. Laureata in Lingue e Letterature Moderne dell’Occidente e dell’Oriente – Curriculum orientale (Arabo, Ebraico e Francese) con votazione 110/110 e lode. Parla correttamente 5 lingue: inglese, francese, spagnolo, arabo ed ebraico. Da sempre sostenitrice dell’arte e della cultura intraprende il suo percorso da culture-teller a 11 anni quando pubblica il suo primo articolo giornalistico sul quotidiano ‘La Sicilia’. Continua a scrivere fino a quando nel 2012 entra a far parte della condotta Slow Food 570 diventando Responsabile dei Progetti educativi, editoriali e culturali collaborando attivamente e con serietà al progetto. Attualmente è Docente di Lingue Straniere presso una scuola superiore di Palermo, si occupa di Digital Marketing, Traduzioni e sottotitolaggio e collabora per la Condotta Slow Food di Palermo.