Omicidio Faenza, Arianna Nanni: “Credo a papà”

I due danno versioni differenti e si accusano a vicenda

Nell’interrogatorio del 17 marzo, Barbieri e Nanni hanno fornito risposte e versioni discordanti e per certi versi addirittura contrapposte.

Barbieri sostiene che Nanni volesse occultare il cadavere della moglie dopo averlo sciolto parzialmente nell’acido: “Quando mi ha portato a vedere dall’esterno la casa, il progetto iniziale era quello di ucciderla, metterla dentro un trolley, pulire, portare il corpo di Ilenia dentro il trolley in un posto (…). Lui aveva scavato buca (…) dove dovevo portarla, aveva scavato la buca per seppellirla: il trolley che dovevo utilizzare era nella sua officina”. Riporta Il Resto del Carlino.

- Advertisement -

Ma Nanni replica che non è vero, e che l’acido rinvenuto effettivamente nella sua officina, gli servisse per lavoro. Che non c’è nessun trolley. Barbieri parla della fossa scavata e che sarebbe servita per seppellirvi Ilenia, Nanni replica che non è vero e che è un’invenzione del Barbieri.

Intanto, la figlia di Nanni si schiera dalla parte del padre. e continua a ribadire come la sola ed unica versione a cui crede è quella del padre.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.