Omicidio Gucci: “Mio marito? L’ho ucciso per stizza”

"Ho fatto uccidere mio marito, ho pagato quello che dovevo. Non di più, non di meno"

A ridosso dell’uscita del film sull’omicidio Gucci, in cui sarà Lady Gaga a interpretare Patrizia Reggiani, ecco fare capolino una dichiarazione shock della vedova-omicida: “Mio marito mi stizziva, andavo dal salumiere e chiedevo se conoscessero un killer”. Parole che raggelano, quelle della mandante di uno dei delitti impressi nella storia italiana, che Patrizia ha pronunciato ai microfoni di Sette del Corriere della Sera.

Patrizia racconta che gli amici del marito che “si sono messi in mezzo”, erano “contro di me” e “lì è iniziata la rovina”.

- Advertisement -

Secondo la vedova di Gucci, il gruppo la sottoponeva ad “una costante opera di isolamento”, isolamento, a suo dire, immotivato.

Dei killer materiali del marito, dice di non averli “più rivisti”.

- Advertisement -

Così come non avrebbe più rivisto la Maga, la sua ex amica Pina Auriemma, che fu intermediaria tra la Reggiani e gli esecutori dell’omicidio di Maurizio Gucci.

La ex moglie dello stilista richiama poi alla memoria la mattina del suo arresto: “gli agenti mi dissero che sarei finita dentro ma per poche ore. Due, tre giorni al massimo e tornavo a casa”.

- Advertisement -

Poi conclude: “Ho pagato quello che dovevo, avendo fatto uccidere il mio ex marito. Non di più, non di meno”.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.