Omicidio Laura Ziliani: perché le figlie hanno fatto sparire i cellulari

S. e P. Z., le due sorelle accusate dell’omicidio della madre Laura Ziliani insieme al fidanzato di una delle due, hanno fatto sparire i cellulari durante le indagini.

Le due avrebbero consegnato ai carabinieri due cellulari nuovi.

- Advertisement -

Quando alle due sono state chieste delucidazioni in merito, hanno risposto una che provava “vergogna a far sapere che fosse iscritta a un sito per scambisti“, e l’altra, invece, che non voleva che “si sapesse che ho una relazione col fidanzato di mia sorella“.

In un’intercettazione telefonica, a pochi giorni dalla scomparsa della madre, la maggiore ha detto alla più piccola: «900 euro, troppo figo, soltanto con quelli paghiamo l’anticipo per un’auto nuova e forse ci sta anche una vacanza». Parlavano degli affitti da riscuotere.

- Advertisement -

Secondo il giudice, dalle intercettazioni emerge «più di ogni altro elemento, l’assenza di qualsivoglia turbamento in capo alle sorelle circa le sorti della madre»,

E’ stata soprattutto la sorella Lucia, disabile, a notare l’assenza di turbamento da parte delle altre due sorelle, e per tali ragioni ha subito nutrito forti sospetti.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.