Padre e figlia morti in moto: ritrovati dalla moglie grazie al GPS. Le parole della mamma

La donna si è preoccupata non vedendoli rincasare ed ha attivato un'app per rintracciare la posizione della figlia 13enne

Sono morti in un incidente in moto ed è stata la moglie e l’altra figlia a ritrovarli, ancora prima dei soccorritori.

La donna, era preoccupata perché non aveva più notizie di loro dalle 16: nessuno dei due rispondeva al telefono. La donna allora ha utilizzato un’applicazione installata sullo smartphone della figlia 13enne che consente la localizzazione. Recatasi sul posto, ha fatto così l’amara scoperta.

- Advertisement -

Padre e figlia erano lì, in prossimità di una curva a gomito. L’incidente è avvenuto in maniera autonoma, probabilmente a causa dell’alta velocità.

La moto è finita sulla corsia opposta, per poi volare nel bosco sottostante. Secondo le prime ricostruzioni, Nessun testimone ha assistito all’incidente, ed è per questo che i corpi di padre e figlia sono rimasti lì fino a quando non sono stati ritrovati.

- Advertisement -

Intanto, la moglie Patrizia, in una intervista al Corriere della Sera, ha parlato del rapporto speciale che li legava.

Elisa, che era la piccola di casa, amava la danza: “Questa passione l’animava fin da piccola. Ha iniziato a studiare danza, sia classica che moderna, in seconda elementare e, da allora, non ha mai smesso. A settembre sarebbe andata in terza media, ma aveva già lo sguardo proiettato sul liceo coreutico, a cui si sarebbe voluta iscrivere il prossimo anno scolastico”. Sognava di partecipare ad “Amici”.

- Advertisement -

Sandro era invece un marito e padre “sempre presente. rare volte che non si dedicava a noi, amava andare a pescare. In questi giorni, però, il tempo non è stato molto clemente e, dunque, si stava dedicando ad alcuni lavori nella nostra casa”.

Francesca Angelica Ereddia
Francesca Angelica Ereddia
Classe 1990, Laureata in Giurisprudenza, siciliana, una passione per la scrittura, la musica e l'arte. Per aspera ad astra, dicevano. Io, nel frattempo, continuo a guardare le stelle.