Piovono… ragni!

ballooning

Immaginate di assistere a un’improvvisa pioggia di ragni che piombano a milioni dal cielo.  Fobia o no, creerebbe sicuramente il panico a tantissime persone. Proprio nel mezzo di questa invasione di aracnidi si sono trovati recentemente gli abitanti di Goulburn, una piccola cittadina australiana nel sud del Nuovo Galles. Ma cos’è stato questo improvviso fenomeno? Si chiama “ballooning”, conosciuto anche come “capelli d’angelo”, ed è il metodo che diversi ragni utilizzano per spostarsi in aria, secernendo della seta che viene poi trasportata dal vento. Gli aracnidi utilizzano infatti le ragnatele come dei paracaduti e possono spostarsi in poco tempo a chilometri e chilometri di distanza. In questo caso la forza del vento era tale da amplificare il fenomeno, portando a un risultato tanto spettacolare quanto inquietante, con una vera e propria pioggia di ragni che ha ricoperto la città con un velo di seta. Solitamente, infatti, questa migrazione non viene neanche notata dall’uomo, poiché si verifica in misura molto più ridotta. Ogni tanto, però, un vento anomalo può incrementare la portata degli aracnidi e riunirli a milioni in uno stesso punto, come nel caso di Goulburn. I ragni coinvolti, inoltre, sono ancora troppo giovani per esser considerati pericolosi e non rappresentano un rischio per l’uomo. Spesso poi, questi “capelli d’angelo” sono stati interpretati dagli ufologi come un’attività extraterrestre, in realtà è appunto un fenomeno naturale e neanche tanto raro. Anche in Italia abbiamo assistito a diversi episodi di ballooning, come nel Vercellese e in provincia di Alessandria nel 1999 e nel 2000 o a Pomezia nel 2013. C’è sempre stata confusione su cosa fosse realmente questa comparsa di fili bianchi e proprio per questo diverse persone ritenevano che fosse un fenomeno collegato agli UFO. Ma come detto prima, altro non è che un metodo di migrazione dei ragni, descritto anche dallo stesso Charles Darwin nel “Viaggio con la Beagle”. Se doveste quindi trovarvi sopra la testa qualche migliaio di ragni volanti, non temete, è solo un’invasione pacifica.

Federico Gianquintieri

Loading...