Positivo arcivescovo di Milano; ritorna la polemica per la chiusura delle chiese

Mario Delpini, arcivescovo di Milano, è stato trovato positivo al Covid-19 nella giornata di ieri. Si torna ora a parlare della chiusura delle Chiese, la cui apertura aveva fatto tanto discutere nelle scorse settimane.

A renderlo noto è la stessa Arcidiocesi, che seguendo i protocolli aveva sottoposto l’arcivescovo al tampone, risultato poi positivo ad esso. Viene ora designato un vicario che sosterrà la diocesi nei prossimi giorni.

Il protocollo previsto

Delpini è asintomatico, ma seguendo i protocolli è stato messo in quarantena per i giorni previsti.
La diocesi fa sapere che per gli impegni dell’arcivescovo saranno i suoi vicari a sostituirlo, mentre gli appuntamenti pubblici saranno rinviati.

- Advertisement -

Sarà inoltre stilata una lista dei contatti presi dall’arcivescovo negli scorsi giorni, assieme agli accertamenti previsti.

La polemica sulle chiese

La positività di un membro così illustre della Chiesa di sicuro non passa inosservata e accentua le polemiche che avevano circondato il nuovo Dpcm in questo ambito.
Se infatti la chiusura anticipata dei locali di certo non è stata gradita, ancora più ingiusta pare esserlo se confrontata con la situazione delle chiese italiane le quali rimangono aperte al pubblico senza limitazioni riguardanti gli orari.

- Advertisement -

Oltre ai proprietari di attività come bar e ristoranti, a contestare le scelte governative sono stati anche i responsabili di cinema e teatri che non vedono la differenza tra le loro attività e un luogo di ritrovo come può essere una parrocchia.
In entrambi i luoghi le distanze vengono infatti rispettate e i contagi sono piuttosto limitati.

C’è da dire però che le chiese costituiscono uno dei principali ritrovi per le persone più a rischio quando si parla di Covid: gli anziani.
La polemica si aggira proprio su questo punto. Se infatti i luoghi di ritrovo devono essere chiusi per limitare i contagi, perché non partire proprio da quei luoghi dove il Coronavirus ha alto rischio di essere letale?

- Advertisement -

Per ora non si hanno risposte da parte del governo in merito, e la sensazione di molti è quella di un andamento a tentativi da parte delle istituzioni, visti soprattutto i rilasci così ravvicinati tra loro delle nuove norme.

La Lombardia in questo senso potrebbe adottare nuove restrizioni per luoghi così rischiosi come le chiese, le quali potrebbero essere chiuse.
Provvedimenti simili, per un luogo di sicuro non essenziale, devono essere presi in considerazione per poter salvare dalla chiusura centinaia di attività che danno da mangiare ad altrettante famiglie.

Davide Zanettin
Davide Zanettin
Sono Davide Zanettin, ragazzo di 21 anni e studente presso l'università di Trento. L'interesse per il giornalismo e la mia passione nello scrivere nascono anzitutto dalla voglia di esprimermi, obiettivo che mi pongo sempre nei miei articoli con cui cerco di informare mantenendo la maggiore obiettività possibile.

Ucraina è Ucraina

Dal 27 al 31 maggio il Circolo Filologico Milanese e Associazione Boristene presentano, nella prestigiosa sede della sala Liberty del Circolo Filologico Milanese, la manifestazione Ucraina...