Possibile incontro tra Macron e i gilet gialli

Si spera nella fine degli scontri

Il Presidente francese Emmanuel Macron sta valutando seriamente la possibilità di incontrare i gilet gialli. Potrebbe essere una buona mossa per evitare nuovi pesanti scontri e riportare l’ordine; inoltre è arrivato il momento di sentire quello che i gilet gialli vogliono e venire loro incontro.

“Per il momento, non lo escludiamo. Sin dall’inizio ci siamo sempre detti che non escludevamo nulla”, dicono fonti dell’Eliseo. La situazione è molto tesa tra Macron e gilet gialli, bisogna vedere se questo confronto potrà svolgersi con tutta la calma possibile e la fiducia reciproca per arrivare davvero ad un accordo che davvero accontenti tutti.

Le ragioni dei gilet gialli

I gilet gialli chiedono uno stile di vita più decoroso, nuovi sussidi ai più poveri e nuovi aiuti per chi è in difficoltà- I gilet gialli vogliono un sistema di tassazione che sia progressivo in basa al reddito, questo vuole dire che chi ha di più paga anche di più e in questo modo permetta di finanziare dei programmi apposta per i più poveri.

I gilet gialli lamentano degli stipendi inadeguati che non permettono di arrivare a fine mese, molti sono costretti a fare due lavori per mantenersi, e quindi non permettono nemmeno di risparmiare per il futuro.

Le ragioni di Macron

Il Presidente Macron spiega che le sue riforme sono a lungo termine e quindi ci vogliono anni per vedere i risultati ed apprezzarle. Certo qualcosa ha dovuto cancellarlo perché gli scontri erano diventati troppo violenti, ma l’impianto delle riforme in generale non è cambiato; questo però mette Macron in una brutta posizione perché i gilet gialli vorrebbero la totale eliminazione delle nuove riforme.

Intanto i sondaggi parlano da soli: la popolarità del capo dello Stato ha ripreso colore, con una progressione di 4 punti, al 27%, secondo uno studio Ifop. E secondo un altro sondaggio realizzato dallo stesso istituto La République En Marche guadagna 5 punti in vista delle europee di maggio (al 23%) ma le percentuali rimangono bassissime.

Valeria Fraquelli
Sono una ragazza di trenta anni con Laurea triennale in Studi Internazionali e Laurea magistrale in Scienze del governo e dell'amministrazione; ho anche frequentato un Master e vari corsi post laurea. Conosco oltre all'italiano, inglese e francese e il tedesco a livello base. Le mie passioni sono leggere, scrivere di attualità, ambiente e animali e viaggiare per scoprire sempre posti nuovi. Oltre che per Quotidian Post scrivo anche per Prima Pagina on line, Notiziario Estero e Report Difesa. Ho anche un blog personale http://valeryworldblog.com
Potrebbero interessarti anche