Posta video su Facebook prima di schiantarsi. Morto il figlio di 13 anni

Il dolore e gli insulti sui social

Come sottofondo si sente il rombo del motore e in primo piano c’è la faccia del padre del bambino di 13 anni morto e dell’altro di 9 rimasto gravemente ferito. Attualmente il bambino versa in condizioni gravissime con prognosi riservata, a causa delle ferite riportate nello schianto avvenuto all’altezza di Alcamo (Trapani).

Tutto sembra procedere per il meglio, i due ragazzini sono felici e spensierati e stanno trascorrendo del tempo prezioso con il loro papà, un eroe per loro. Poi la tragedia, quello schianto che non lascia spazio a nessuno e cancella le vite umane come niente, come se avesse una gomma da cancellare per passare sopra a tutto e tutti.

I tentativi inutili dei medici

Entrambi i ragazzini sono stati ricoverati negli ospedali di Alcamo e di Partinico. Sono intervenuti quattro equipaggi della Polizia Stradale, personale Anas, e i Vigili del Fuoco e del 118, che hanno messo in sicurezza la carreggiata e prestato i primi soccorsi.

Per il tredicenne Francesco Provenzano non c’è stato niente da fare, è morto sul colpo; al termine dei rilievi tecnici la sua salma è stata trasferita all’obitorio del cimitero di Alcamo. Il più piccolo Antonino ora è in neuro rianimazione ma le speranze che possa farcela sono ormai ridotte ad un lumicino.

Gli insulti sui social

Il padre dei bambini adesso è in coma, gravissimo, ma non mancano purtroppo gli insulti sui social. Come dice Sara: “Anziché stare attento che avevi due bambini facevi l’infantile senza responsabilità a fare la diretta, lo potevi fare da solo e non con due bambini, una rabbia”. “Si può essere così incoscienti, un padre di famiglia”. Mariella scrive: “Chi non ha peccato scagli la prima pietra, tutti leoni da tastiera ma vorrei vedere uno per uno chi sta criticando non fa la medesima cosa”. E poi: “Rispetto per le vittime. Riposate in pace piccoli”.

Anche Giovanna attacca il padre: “Ma dico io si guarda allo specchio invece di guardare avanti, ha ammazzato i suoi figli per colpa sua per farsi il video. Non ho parole”. E Vittoria: “Invece di pensare a guidare …fanno i buffoni!!”. Maria: “Questo, secondo voi era un padre di famiglia?? Smettetela con il solito buonismo”. E, infine, Marianna: “Vergognati”. La pagina è aperta, quindi chiunque può commentare.

Leggi anche —>> Abusi su due minori


Quotidianpost.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Valeria Fraquelli
Sono una ragazza di trenta anni con Laurea triennale in Studi Internazionali e Laurea magistrale in Scienze del governo e dell'amministrazione; ho anche frequentato un Master e vari corsi post laurea. Conosco oltre all'italiano, inglese e francese e il tedesco a livello base. Le mie passioni sono leggere, scrivere di attualità, ambiente e animali e viaggiare per scoprire sempre posti nuovi. Oltre che per Quotidian Post scrivo anche per Prima Pagina on line, Notiziario Estero e Report Difesa. Ho anche un blog personale http://valeryworldblog.com
Potrebbero interessarti anche

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here